Con i mercati giapponesi chiusi per la Golden Week, i mercati asiatici hanno avuto una sessione tranquilla ma positiva, in seguito alla chiusura record per lo S&P 500 di venerdì,  dopo che gli ultimi numeri del PIL del primo trimestre degli Stati Uniti hanno mostrato che l'economia statunitense si è espansa a un ritmo più veloce di quanto previsto.

Un'espansione del 3,2% ha superato abbondantemente le aspettative più ottimistiche, anche se la sorpresa è stata leggermente attenuata da un calo dei prezzi core che è stato dell'1,3%, in calo dall'1,8% nel quarto trimestre, mentre il tasso di crescita dei consumi personali sono più che dimezzati dal 2,5% all'1,2%.

Il rallentamento è una preoccupazione particolare, dato quanto i consumi tendono a guidare l'economia statunitense, il che suggerisce che il secondo trimestre potrebbe essere più difficile da sostenere. La portata dell'espansione nel primo trimestre è tanto più sorprendente dato che il primo trimestre è stato ultimamente un trimestre debole per l'economia statunitense. È stato certamente così negli ultimi cinque anni, in cui si è dimostrato che un primo trimestre debole è stato generalmente seguito da una parte centrale dell'anno forte. Il rallentamento dei consumi personali può in parte essere probabilmente spiegato dall'aumento dei prezzi del petrolio, che sembra aver rallentato la spesa in altri settori, poiché i prezzi più elevati della benzina hanno eroso la capacità di spesa discrezionale.

I mercati europei si sono aperti in maniera piuttosto tranquilla, con la massima attenzione sul mercato spagnolo dopo le elezioni del fine settimana, nelle quali il partito socialista di Pedro Sanchez ha guadagnato il 28% dei voti e che ha comportato un brusco calo dell'IBEX. Non avendo raggiunto la maggioranza, vi è la preoccupazione che qualsiasi alleanza che Sanchez sarà in grado di mettere insieme possa avere un un atteggiamento anti-business. Qualsiasi alleanza elettorale è ancora lontana, data la vicinanza delle elezioni europee, tuttavia è un nuovo fattore che gli investitori dovranno valutare nel momento in cui devono investire nei mercati europei.

Il FTSE100 è leggermente più alto dopo una debole chiusura della scorsa settimana, con la maggior parte degli investitori che sarà concentrata questa settimana sulla riunione della Fed e i non farm payroll alla fine della settimana. È anche una settimana importante per il settore petrolifero e del gas, dopo alcuni risultati deludenti da Total e Exxon Mobil la scorsa settimana, mentre l'attenzione si è spostata sui numeri del primo trimestre da BP e Royal Dutch Shell alla fine di questa settimana.

Stamattina i mercati statunitensi sembrano destinati ad aprire leggermente in rialzo, con l'obiettivo principale di concentrarsi sugli ultimi sviluppi del triangolo tra Occidental, Chevron e Anadarko, con il management di Anadarko Petroleum che dovrebbe approvare l'offerta più alta di Occidental. Anche se questa potrebbe essere una cattiva notizia per l'offerta di Chevron, potrebbe rivelarsi una benedizione in quanto il prezzo è estremamente alto, in un momento in cui i prezzi del petrolio sono prossimi a massimi di più mesi e la corsa alle energie rinnovabili dovrebbe accelerare. Occidental ha anche livelli di debito molto più alti di quelli di Chevron, quindi sarebbe molto più suscettibile di una flessione dei prezzi del greggio.

Avremo anche gli ultimi numeri di Spotify, che annuncerà i suoi ultimi numeri, sullo sfondo di uno scenario di streaming sempre più competitivo in quanto aziende come Apple e Amazon stanno aumentando i propri servizi gratuiti.Questo probabilmente aiuta a spiegare il passaggio di Spotify nei podcast con l'acquisizione di Gimlet Media and Anchor al fine di mitigare questa tendenza, tuttavia a meno che non possano iniziare a guadagnare terreno in nuovi mercati come l'India e la Cina, la crescita degli utenti potrebbe iniziare a rallentare ora che i mercati più affermati iniziano a stabilizzarsi.

Sul fronte dei dati, avremo gli ultimi numeri relativi all'inflazione PCE degli Stati Uniti per marzo, che si prevede mostrino prezzi nell'economia degli Stati Uniti sotto controllo, passando da una crescita dell'1,8% all'1,7% e rendendo la decisione della Fed una decisione molto più semplice da prendere. Nel suo meeting la Fed ha avvertito di un rallentamento dell'economia statunitense e ha abbassato le proprie previsioni di crescita. Dato il dato di crescita del PIL migliore del previsto dello scorso venerdì, questo potrebbe essere stato prematuro, quindi sarà interessante notare se i funzionari della Fed riesamineranno questa cautela o rivedranno le loro previsioni e prospettive di conseguenza.

Fonte : CMC Markets Piattaforma Next Generation. Performance nette al 29/04/2019

------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Le notizie e i dati riportati sono finalizzati esclusivamente a fornire informazioni di carattere generale e non hanno come scopo quello di fornire raccomandazioni personalizzate riguardo una o più operazioni relative ad un determinato strumento finanziario. Nessuna opinione espressa riguardante investimenti o strategie di investimento può pertanto considerarsi adeguata alle caratteristiche di una specifica persona in merito alla sua conoscenza ed esperienza del trading online, dei CFD e del Forex, alla sua situazione finanziaria e ai suoi obiettivi di investimento Le informazioni riguardanti le passate performance di un investimento o di una strategia di investimento non garantiscono e non sono indicative di future performance.