Stamattina è stato un inizio negativo per i mercati europei, a seguito di una chiusura in rosso per i mercati statunitensi, che sono scesi per le preoccupazioni relative ad un rallentamento della crescita economica negli Stati Uniti per quest'anno.

L'ultimo Beige Book della Fed ha evidenziato un rallentamento maggiore dell'atteso nel primo trimestre, in gran parte a causa di fattori legati allo shutdown del governo con 10 distretti su 12 che mostrano un indebolimento dell'attività economica, mentre i commenti accomodanti del presidente della Fed di New York John Williams hanno suggerito che i responsabili della politica monetaria USA potrebbero essere più preoccupati per un rallentamento negli Stati Uniti di quanto non si stia lasciando intendere, quando ha affermato di essere pronto ad esercitare un atteggiamento paziente in un contesto di una "nuova normalità" di crescita più lenta.

Tornando alle indiscrezioni di ieri, sembra che la Banca Centrale Europea stia valutando di ridurre le sue previsioni di crescita e inflazione oggi al fine di formulare un nuovo programma di stimolo per aiutare un'economia europea sempre più sclerotica e sta diventando chiaro che qualunque accordo Stati Uniti e Cina possano in grado di raggiungere in ambito commerciale, probabilmente non sarà abbastanza per mitigare le preoccupazioni sul rallentamento dell'economia globale.

È probabile che questo sia un problema di tassazione per il presidente della BCE Mario Draghi quando affronterà le domande sull'ultima decisione sui tassi della BCE più tardi oggi. Si prevede che la BCE abbasserà in modo aggressivo le previsioni di crescita e inflazione al fine di delineare potenzialmente un quadro per un altro programma TLTRO. Questo potrebbe essere prematuro dal momento che l'ammissione che l'economia europea ha bisogno di un nuovo programma di prestiti equivarrebbe a dire che la BCE ha sbagliato a concludere il suo programma di acquisto di attività alla fine dell'anno scorso. È più probabile che la BCE estenda le sue linee guida su tassi più bassi a più lungo termine, ammettendo anche che faranno rollover del programma di prestiti esistente, quando alcuni dei prestiti scadranno a giugno.

I titoli minerari a Londra hanno subito un duro colpo dopo che la banca francese Société Générale ha rivisto i suoi giudizi per il settore minerario, declassando Rio Tinto a "sell" da "hold" con un obiettivo di prezzo di 3880 pence, e declassando pure  BHP, stabilendo un nuovo obiettivo di prezzo di 1.680 pence, un calo di oltre il 5% rispetto ai livelli attuali. Il calo di questa mattina ha visto Rio Tinto perdere i rialzi dell'intero mese di febbraio, mentre BHP ha toccato i minimi delle ultime tre settimane, anche se va notato che entrambi i titoli stanno anche scambiando ex-dividend.

Dopo i buoni risultati di Legal e General, ieri Aviva ha annunciato i propri numeri per tutto  il 2018, con utili operativi per 3,18 miliardi di sterline, con un patrimonio gestito in lieve calo a 116 miliardi di sterline, con la società che ha fatto riferimento ad un contesto di mercati deboli, dato che i profitti operativi nella gestione dei fondi hanno registrato un calo dell'11% a 146 milioni di sterline. Il management ha proseguito avvertendo che le entrate da commissioni in ribasso potrebbero incidere sulla crescita degli utili operativi nel 2019. Nel settore assicurativo il quadro è migliorato con un aumento degli utili operativi del 7%, con la società che annuncia un dividendo annuale di 30 pence per azione.La società ha dichiarato di voler ridurre il proprio debito di 1,5 miliardi di pound per risparmiarne  90 milioni all'anno in costi per interessi, confermando la nomina del nuovo CEO Maurice Tulloch.

Dopo aver aver acquisito l'anno scorso GKN, Melrose Industries ha annunciato questa mattina i suoi ultimi risultati per il 2018 con una perdita operativa statutaria di 392 milioni di sterline a causa dei costi associati all'acquisizione. Escludendo queste voci straordinarie l'utile operativo è stato di 847 milioni di sterline. I ricavi dichiarati sono leggermente inferiori alle attese a 8,61 miliardi di sterline, con la dirigenza che ha citato sfide macroeconomiche più ampie in alcuni segmenti del suo business che dovrebbero continuare nel 2019. La società ha proposto un dividendo finale di 3,05 pence, per un totale di 4,6 pence per l'anno.

National Grid ha annunciato di aver stipulato un accordo per l'acquisizione di Geronimo Energy con sede a Minneapolis, nel tentativo di incrementare la propria esposizione nel mercato delle energie rinnovabili negli Stati Uniti Pagherà 100 milioni di dollari  nel tentativo di acquisire una quota del 51% in progetti di generazione di energia solare ed eolica attualmente in fase di sviluppo o in costruzione da parte di Geronimo per ulteriori 125 milioni di dollari.

Sembrerebbe che tutto la pubblicità di rotoli di salsicce vegani a gennaio abbia aiutato Greggs a registrare un decente aumento delle vendite e dei profitti totali nei suoi risultati preliminari per l'ultimo anno finanziario. Le vendite totali sono aumentate del 7,2% a oltre 1 miliardo di sterline, con vendite a aprità di punti vendita in aumento del 2,9% nel 2018. L'utile prima delle imposte è stato di 82,6 milioni di sterline, con un incremento del 9%, mentre un aumento del dividendo lo ha portato a 35,7 pence per azione. In termini di contrattazioni correnti, le sette settimane fino al 16 febbraio hanno visto un aumento delle vendite del 9,6%, in quanto l'azienda cerca sempre più di concentrarsi su opzioni più salutari.

Sembra che i mercati statunitensi rimarranno sotto pressione dopo le svendite della scorsa notte mentre gli investitori continuano a prendere profitti dopo il fallimento nel consolidamneto dei i recenti guadagni sulla base delle notizie secondo cui un accordo commerciale tra Stati Uniti e Cina sia imminente. Sembrerebbe che anche nel caso di conferma di un accordo, cosa che non è affatto certa, gli investitori sembrerebbero aver bisogno di ulteriori motivi per impegnare ulteriore capitale per portare questo rimbalzo a nuovi massimi.

------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Le notizie e i dati riportati sono finalizzati esclusivamente a fornire informazioni di carattere generale e non hanno come scopo quello di fornire raccomandazioni personalizzate riguardo una o più operazioni relative ad un determinato strumento finanziario. Nessuna opinione espressa riguardante investimenti o strategie di investimento può pertanto considerarsi adeguata alle caratteristiche di una specifica persona in merito alla sua conoscenza ed esperienza del trading online, dei  CFD e del Forex, alla sua situazione finanziaria e ai suoi obiettivi di investimento. Le informazioni riguardanti le passate performance di un investimento o di una strategia di investimento non garantiscono e non sono indicative di future performance