- Il Gruppo CMC Markets ha riportato un aumento dell’utile netto sottostante del 61% (prima delle imposte), toccando i £51.9 milioni - Il coefficiente patrimoniale totale del Gruppo è pari al 24% (301% pre-CRD IV), con un debito minimo e £141 milioni di fondi propri - La crescita generale netta dei clienti retail (al dettaglio) è pari all’11%. Un aumento del 35% nel numero di negoziazioni ha portato ad un innalzamento del volume d’affari del 20%. CMC Markets (www.cmcmarkets.com), uno dei leader nell’industria del trading con i CFD, ha annunciato dei risultati eccezionali per quanto riguardo l’anno conclusosi il 31 marzo 2015, superando il profitto netto sottostante dell’anno precedente del 61% (prima delle imposte) e toccando così i £51.9 milioni. La forza alla base del successo L’eccezionale performance del Gruppo in tutte le divisioni è dovuta a un’eccellente gestione operativa e dei capitali, incentrata sul servizio clienti attraverso Next Generation, la nostra piattaforma professionale. - Strategia orientata al cliente: Il numero netto di clienti retail globali è aumentato dell’11% di anno in anno, il numero di negoziazioni del 35% e il volume d’affari del 20%. Il 35%delle negoziazioni è stato eseguito attraverso le applicazioni mobili di CMC Markets. - Efficienza operativa: Il profitto netto è aumentato del 18% fino a toccare i £143.7 milioni, mentre i costi rimangono sotto controllo aumentando marginalmente del 2% e raggiungendo i 91.8 milioni. Questo mostra l’alta qualità della gestione operativa e la scalabilità della piattaforma Next Generation. - Solidità di bilancio: A fine marzo, il coefficiente patrimoniale totale del Gruppo era pari al 24% (301% pre-CRD IV) e i fondi propri erano £141 milioni. Così come nel marzo 2014, il Gruppo pagherà un dividendo finale e distribuirà il 50% dei profitti al netto delle imposte, il che rappresenta una crescita del dividendo del 33%. - Previsioni 2015: Il nuovo anno finanziario è iniziato bene, i guadagni e il volume d’affari di aprile sono aumentati rispettivamente del 50 e del 52% rispetto all’anno scorso. Siamo costantemente impegnati nella ricerca di innovazioni e prevediamo di lanciare nuovi servizi e prodotti durante l’anno per migliorare la nostra offerta. Impatto delle decisioni della BNS La decisione della Banca Nazionale Svizzera di rimuovere la soglia di cambio tra franco svizzero ed euro ha influito sui risultati del Gruppo sotto forma di debito dei clienti. L’impatto generale è stato di £4 milioni. Dopo gli eventi eccezionali, la società ha riportato un profitto netto di £43 milioni (prima delle imposte), ovvero 35% in più rispetto allo scorso anno. Crescita del business nel 2015 Investimento nei talenti: Il gruppo ha rafforzato lo staff negli uffici di Francia e Germania e sta programmando il lancio di nuovi uffici durante l’anno. E’ inoltre stato costituito un nuovo team Digital e Marketing e nominato un Chief Commercial Officer. Miglioramento dell’offerta: 3,700 nuovi prodotti sono stati aggiunti alla piattaforma all’inizio del mese di maggio, portando l’offerta totale a oltre 10,000 prodotti. Il Gruppo s’impegna ad offrire ai propri clienti i migliori servizi, la migliore piattaforma e i migliori strumenti possibili. Ad esempio, nel mese di marzo, il Gruppo ha introdotto gli ordini Stop Loss Garantiti, con un eccezionale rimborso del 50% del Premio nel caso in cui l’ordine non venga utilizzato o avviato. L’uso dei Stop Loss Garantiti dalla loro introduzione è stata molto incoraggiante. Innovazione: Nei prossimi mesi, il gruppo intende presentare diverse innovazioni riguardanti i prodotti, in modo da favorire un’ulteriore crescita. Peter Cruddas, Amministratore Delegato, ha commentato la performance di quest’anno: “Questo è il mio secondo anno da Amministratore Delegato e sono molto compiaciuto della performance dell’azienda. Abbiamo fortemente investito nella tecnologia e questo ha favorito la crescita e ci ha permesso di offrire ai nostri clienti un servizio degno di un leader del mercato. “Nonostante la decisione inaspettata della BNS di rimuovere la soglia di cambio tra franco svizzero ed euro nel gennaio 2015, che ha causato una fortissima volatilità nei mercati, siamo rimasti forti laddove molti nostri concorrenti sono stati pesantemente danneggiati. Grazie ai nostri strumenti di gestione del rischio, la decisione della BNS ha avuto un impatto minimo sul Gruppo, e il nostro bilancio e il coefficiente patrimoniale totale continuano ad attrarre nuovi clienti provenienti dai concorrenti, che cercano una maggiore sicurezza. “CMC Markets è ora in un’ottima posizione per attrarre clienti già attivi con altri broker e nuovo business; in particolare, la qualità dei nostri servizi e la piattaforma Next Generation attirano clienti di maggior valore e rilievo. Questa crescita è visibile nelle cifre riguardanti il mese di aprile 2015, le quali mostrano un aumento del 50% nelle entrate e del 52% nel fatturato rispetto allo stesso periodo l’anno scorso. Tenendo tutto ciò in considerazione, il Consiglio di Amministrazione ha deciso di preparare CMC Markets alla quotazione nella Borsa di Londra (London Stock Exchange). Stiamo quindi nominando le banche d’investimento che ci assisteranno nel processo. “Sono stati due anni incredibili e sono molto felice di essere tornato alla guida dell’azienda. Vorrei ringraziare i nostri clienti per il loro continuo supporto, e il mio team per il duro lavoro e l’impegno costante. Ci aspettiamo un futuro entusiasmante.”