Disney – Risultati II trimestre

Martedì: nel suo più recente aggiornamento, l'utile della Disney è stato più alto delle aspettative, in gran parte a causa dei recenti cambiamenti della normativa fiscale statunitense. Ciò che è stato deludente è stata la caduta delle entrate complessive, con il freno maggiore proveniente dai suoi canali ESPN e dalle reti di trasmissione ABC. Come molte altre emittenti tradizionali, le attività di Disney sono state disturbate dai nuovi servizi di streaming di Netflix e Amazon, che stanno abbassando i costi di abbonamento. Fortunatamente, il settore parchi e resort sta recuperando terreno, mentre la sua offerta per la 21st Century Fox sembra essersi arrestata a seguito di una nuova offerta di Comcast per il business Sky, di cui Fox detiene il 39%.

Dati commerciali cinesi

Martedì: abbiamo assistito ad un leggero rallentamento dell'attività economica nel primo trimestre, anche se è probabile che parte di questo sia stato indotto all'interruzione causata dal capodanno cinese. I numeri di marzo sono stati una grande sorpresa: la Cina ha registrato il suo primo deficit commerciale con gli Stati Uniti in oltre un anno, mentre le esportazioni sono calate bruscamente, in calo del 2,7%, una grande variazione rispetto al 44,5% registrato a febbraio. Mentre il periodo del capodanno cinese può causare qualche variazione, quelle a cui abbiamo assistito sono grandi oscillazioni e sollevano preoccupazioni sul fatto che le preoccupazioni sulla guerra commerciale, o un rallentamento della domanda globale, potrebbero influenzare i dati. Gli ultimi numeri sul commercio cinese andranno in qualche modo a stabilire se queste recenti oscillazioni indicano interruzioni commerciali più ampie.

TUI Travel – risultati metà anno

Mercoledì: negli ultimi 12 mesi, TUI ha avuto un discreto successo nell'aumentare le sue prestazioni crescendo nel settore crocieristico e alberghiero, con i clienti che optano per pacchetti di vacanza all-inclusive. Le prenotazioni in Grecia, Turchia e Cipro si sono rivelate molto popolari, secondo i numeri della compagnia di inizio anno. Ciò aveva aiutato TUI a pareggiare la perdita complessiva rispetto all'anno precedente, ma le condizioni commerciali rimarrebbero probabilmente difficili a causa del rallentamento della spesa dei consumatori in Europa e nel Regno Unito negli ultimi due mesi.

21st Century Fox – risultati trimestrali

Mercoledì: la recente offerta di Comcast per la restante parte di Sky non posseduta da 21st Century Fox ha messo il bastone tra le ruote. La questione se la società alla fine soccomberà o meno al recente approccio di Disney sembra aver gettato scompiglio nella strategia aziendale, poiché sembra concentrarsi maggiormente sullo sport e sulle notizie mentre scarica il resto. Come la maggior parte delle aziende statunitensi, il taglio delle tasse negli Stati Uniti ha provocato un rialzo nel trimestre precedente, ma l'azienda continua a lottare con costi più elevati. Sky continua ad essere positiva, ma il management deve decidere se aumentare la propria offerta per il resto dell'attività di Sky per contrastare Comcast.

BT Group – risultati annuali

Giovedì: l'anno scorso BT Group ha firmato un accordo con Sky per condividere i suoi contenuti sulle rispettive piattaforme. Si potrebbe sostenere che BT ha ottenuto il lato migliore di tale accordo, ma aveva anche senso per quanto riguarda le offerte per i diritti di calcio della Premier League, che avrebbero potuto comportare prezzi incredibilmente alti. L'accordo per ospitare i contenuti di Sky ha contribuito a colmare una lacuna nel pacchetto di BT, ma ha anche aiutato entrambe le società a competere con Netflix e Amazon, mentre cercano di aggrapparsi alla loro quota di mercato. Nella sua ultima trimestrale, BT ha registrato un rallentamento nella sua divisione di servizi globali, sebbene la sua divisione mobile EE abbia mostrato un aumento delle prestazioni, mentre la guidance per l'intero anno è rimasta invariata. Nel corso dell'ultimo mese il prezzo delle azioni si è allontanato dai minimi di cinque anni, in previsione che l'accordo Sky abbia contribuito a conservare i clienti per i suoi servizi TV. La sottoperformance che ha visto la quotazione delle azioni più che dimezzarsi dal 2016 potrebbe finire?

 

Fonte di tutti i grafici qui presentati: CMC Markets Piattaforma Next Generation Performance nette al 04/05/2018

---------------------------------------------------------------------------------------------------------

Le notizie e i dati riportati sono finalizzati esclusivamente a fornire informazioni di carattere generale e non hanno come scopo quello di fornire raccomandazioni personalizzate riguardo una o più operazioni relative ad un determinato strumento finanziario. Nessuna opinione espressa riguardante investimenti o strategie di investimento può pertanto considerarsi adeguata alle caratteristiche di una specifica persona in merito alla sua conoscenza ed esperienza del trading online, dei cfds">CFD e del Forex, alla sua situazione finanziaria e ai suoi obiettivi di investimento. Le informazioni riguardanti le passate performance di un investimento o di una strategia di investimento non garantiscono e non sono indicative di future performance.