I mercati sono partiti al rialzo supportati dal rialzo del prezzo del petrolio, per poi ritracciare durante il corso della seduta. Gli operatori hanno osservato la BOE esporre le proprie preoccupazioni sui rischi della Brexit, ma probabilmente non le hanno dato troppo peso. Il FTSE 100 e la Sterlina, nonostante le giustificate preoccupazioni, sono riusciti a chiudere la seduta in positivo grazie ai dati sull’inflazione e nonostante le previsioni di crescita siano state riviste al ribasso. ITV è stato travolto dal tema della Brexit, che ha monopolizzato i dibattiti televisivi nelle ultime settimane, crollando del 14% dopo che l’amministratore delegato Adam Crozier ha dichiarato che il referendum stava causando incertezza nel mercato pubblicitario nel Regno Unito L'aumento dei prezzi del petrolio e la decisione da parte delle banche centrali di mantenere i tassi d’interesse bassi, tra cui la Fed che non ha ancora alzato i tassi per quest'anno, sono una fonte di ottimismo. D'altra parte gli utili deboli delle imprese e il rallentamento degli ultimi dati economici dagli Stati Uniti e dalla Cina insidia le prospettive di crescita globale. ------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------- Le notizie e i dati riportati sono finalizzati esclusivamente a fornire informazioni di carattere generale e non hanno come scopo quello di fornire raccomandazioni personalizzate riguardo una o più operazioni relative ad un determinato strumento finanziario. Nessuna opinione espressa riguardante investimenti o strategie di investimento può pertanto considerarsi adeguata alle caratteristiche di una specifica persona in merito alla sua conoscenza ed esperienza del trading online, dei CFD e del Forex, alla sua situazione finanziaria e ai suoi obiettivi di investimento. Le informazioni riguardanti le passate performance di un investimento o di una strategia di investimento non garantiscono e non sono indicative di future performance.