Europa

Le azioni sono in rialzo, anche se i trader rimangono nervosi per lo stato delle relazioni commerciali globali. La Cina ha reso la vita difficile agli Stati Uniti, e ora la palla è nel campo del presidente Trump. I trader sanno perfettamente quale tipo di reazione possiamo aspettarci da Trump, e alcuni sono modalità aspetta e osserva.

Il proprietario di Zara, Inditex, ha registrato un aumento dell'1,4% nell'utile netto del primo semestre e ha confermato che le vendite a aprità di perimetro sono aumentate del 3%. Il gruppo ha espresso ottimismo prevedendo un aumento del 4-6% delle vendite anno su anno nel secondo semestre. La casa di moda europea è stata colpita dalla caduta della lira turca e del rublo russo. Le vendite continuano ad essere forti, ma i margini sono diminuiti negli ultimi trimestri e si teme che prezzi più bassi e costi più elevati stiano danneggiando il business.

Le azioni SSE sono crollate dopo che la compagnia ha emesso un warning secondo il quale i profitti si dimezzeranno rispetto ad un anno fa. La società ha incolpato la produzione di energie rinnovabili inferiore, un calo dei consumi e alti costi energetici . Il prezzo delle azioni è in declino da maggio 2015, e questa mattina è sceso al livello più basso dal 2010, e se il trend ribassista continuasse, potrebbe raggiungere quota 1.100 pence.

Hermes ha rivelato profitti da record nel primo semestre grazie alla continua forte crescita in Cina. I proventi operativi ricorrenti sono aumentati dello 0,2% al 34,5% delle vendite, mentre gli analisti si aspettavano il 34,4%. Sembrerebbe che il settore lusso stia andando bene, probabilmente perché i mega ricchi a livello hanno visto crescere la loro ricchezza considerevolmente negli ultimi anni. Il raffreddamento dell'economia cinese ha preoccupato alcuni trader che le vacche grasse potrebbero finire in Estremo Oriente.

Le azioni Dunelm sono molto richieste dopo che la società ha riportato un profitto per l'intero anno sostanzialmente in linea con l'anno scorso. La società ha sostenuto costi per 8,9 milioni di sterline in relazione all'integrazione di Worldstores. Il gruppo ha avuto un esborso di cassa di 30 milioni di sterline per Worldstores. La società ha registrato una crescita delle vendite anno su anno all'1%, mentre le vendite online sono aumentate del 38%. La società dovrà aumentare le vendite online in quanto l'ambiente di vendita al dettaglio è "impegnativo".

Stati Uniti

Le azioni hanno avuto un inizio piatto di sessione sessione in quanto la situazione di stallo tra gli Stati Uniti e la Cina sul commercio è ancora in corso. I trader aspettano con il fiato sospeso mentre cresce la disputa commerciale. Gli investitori si aspettano una reazione dal presidente Trump, e alcuni operatori sono felici di sedersi sugli spalti ad osservare finché non ci sarà una risposta dal presidente. Altrove, Ildefonso Guajardo, ministro dell'Economia messicano, crede che ci sia un'alta probabilità che gli Stati Uniti e il Canada raggiungeranno un accordo commerciale.

Il Beige Book sarà pubblicato alle 20:00 e, visti gli impressionanti annunci economici degli Stati Uniti, gli operatori stanno anticipando un aggiornamento ottimistico. Il rapporto dovrebbe stabilire il tono per l'incontro della Federal Reserve alla fine del mese. Alla luce del solido dato sui non farm payroll e della spinta alla ai salari, vi è una crescita delle speculazioni di un rialzo dei tassi questo mese e in dicembre. Gli operatori cercheranno di decifrare quanto la Fed sarà Hawkish.

 

Apple sarà al centro dell'attenzione oggi poiché la società sta per ospitare l'evento di presentazione dei nuovi modelli e il mercato si aspetta l'annuncio di un nuovo iPhone e aggiornamenti ad altri prodotti. Data la dimensione d Apple, qualsiasi grande mossa potrebbe avere un impatto sugli indici.

L'indice dei prezzi alla produzione è sceso dal 3,3% di luglio al 2,8% di agosto, mentre gli economisti si aspettavano il 3,2% La lettura dell'indice dei prezzi alla produzione che esclude cibo e energia è scesa al 2,3% dal 2,7% e queste segnalazioni sottolineano un raffreddamento della domanda che non è esattamente una grande notizia per l'economia.

Forex

Il dollar index è in ribasso nella sessione sulla scia dell'aggiornamento relativo ai prezzi alla produzione, e gli operatori saranno in attesa del Beige Book in seguito. Il biglietto verde ha registrato una bassa volatilità nelle ultime sessioni, ma è ancora nel trend più ampio iniziato all'inizio di quest'anno.

EUR/USD è stato aiutato dal calo del dollaro USA e ha compensato il deludente rapporto sui prezzi alla produzione dell'eurozona. A luglio, il tasso d'inflazione dei prezzi alla produzione su base anna è sceso al -0,1% e la relazione di giugno è stata rivista al 2,3% dal 2,5%. Le cifre indicano una domanda più debole e questo non promette nulla di buono per la Banca Centrale Europea, che annuncerà domani la propria decisione sul tasso di interesse.

GBP/USD è tornato di nuovo in ribasso a causa dell'incertezza che circonda la Brexit. L'Europena Eresearch Group - un'organizzazione pro-Brexit - ha detto che un confine fisico tra Irlanda del Nord ed Eire può essere evitato usando la tecnologia. Le lotte intestine del partito Tory hanno lasciato dubbi ad alcuni trader che si stanno chiedendo se la posizione di Theresa May sia al sicuro. Mentre permane l'incertezza politica è probabile che la sterlina rimanga sotto pressione.

Materie Prime

L'oro ha nuovamente perso terreno e il metallo continua a sperimentare una bassa volatilità. Ieri, il metallo prezioso è sceso al livello più basso in oltre due settimane e ciò si inserisce nel più ampio trend ribassista in atto da aprile. Finchè l'oro rimane sotto i 1,200 dollari, la tendenza al ribasso potrebbe persistere.

Il petrolio è stato molto acquistato a causa dell'uragano. Florence si sta dirigendo verso la costa degli Stati Uniti. Si prevede che la tempesta sarà la più potente a colpire il Nord e il Sud Carolina in quasi 30 anni. I trader temono che le linee di fornitura saranno interrotte. Il rapporto dell'Energy Information Administration ha mostrato una diminuzione di 5,29 milioni di barili nelle scorte statunitensi e questo ha comportato un ulteriore rialzo.

Fonte di tutti i grafici qui presentati: CMC Markets Piattaforma Next Generation. Performance nette al 12/09/2018

------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Le notizie e i dati riportati sono finalizzati esclusivamente a fornire informazioni di carattere generale e non hanno come scopo quello di fornire raccomandazioni personalizzate riguardo una o più operazioni relative ad un determinato strumento finanziario. Nessuna opinione espressa riguardante investimenti o strategie di investimento può pertanto considerarsi adeguata alle caratteristiche di una specifica persona in merito alla sua conoscenza ed esperienza del trading online, dei  CFD e del Forex alla sua situazione finanziaria e ai suoi obiettivi di investimento. Le informazioni riguardanti le passate performance di un investimento o di una strategia di investimento non garantiscono e non sono indicative di future performance