I mercati azionari europei sono in rosso dato che i trader sono preoccupati per un rallentamento dell'economia cinese.

Gli ultimi dati commerciali hanno mostrato che le importazioni sono crollate del 7,6% a dicembre, evidenziando la debole domanda. Le esportazioni sono diminuite del 4,4%, il che aggiunge peso all'argomento secondo il quale la guerra commerciale USA-Cina sta danneggiando l'economia cinese.

La Cina è uno dei maggiori importatori di materie prime, quindi azioni come Glencore, Anglo American, BP e Royal Dutch Shell sono in rosso questa mattina.

Le azioni di JD Sports sono in rialzo dopo che la casa di moda ha riportato un forte aggiornamento. L'azienda ha confermato che le vendite su base omogenea per le 48 settimane dall'inizio di gennaio sono cresciute del 5%. L'azienda ha avuto un forte periodo natalizio e la sua espansione internazionale sta andando bene. Il gruppo ha aperto i suoi primi cinque negozi negli Stati Uniti e due sono stati aperti in Tailandia. L'anno scorso, JD Sports ha acquisito Finish Line sports negli Stati Uniti, e prevede di convertire 15 negozi nella prima metà del 2019. A differenza dei concorrenti, JD Sports non ha praticato "sconti inutili" a breve termine e si è risollevata in termini di margini. Le azioni sono in rialzo stamattina e hanno spinto al rialzo dalla fine di dicembre, e se la mossa rialzista continuasse, potrebbe toccare l'area di 475 pence.

Le azioni della Premier Oil sono in ribasso questa mattina dopo che la società ha dichiarato che sta valutando la possibilità di raccogliere fondi per acquistare oil e gas per 1,5 miliardi di dollari da Chevron. La società energetica quotata a Londra ha una capitalizzazione di mercato di circa 644 milioni di sterline quindi l'offerta potenziale per le attività di Chevron è ambiziosa. Il gruppo sta valutando la possibilità di vendere alcuni o tutti i suoi beni latinoamericani e emettere nuove azioni per finanziare la mossa. Data la debolezza del mercato petrolifero sottostante, un'enorme espansione potrebbe non essere prudente in questo momento. Il titolo è in declino da ottobre, e se la mossa ribassista continuasse, potrebbe colpire l'area 55 pence.

Dechra Pharmaceuticals ha confermato che le vendite sono state "forti" nel primo semestre e in linea rispetto alle previsioni. Le entrate degli ultimi sei mesi sono aumentate del 18%. L'azienda ha detto che i preparativi per l'emergenza Brexit stanno procedendo bene. Il titolo è stato in un range negli ultimi mesi e una rottura sopra i  2.374 pence potrebbe mettere 2.500p nel radar.

EUR/USD è in gran parte invariato questa mattina. L'indice dei prezzi all'ingrosso tedesco a dicembre è sceso dell'1,2% su base mensile e questo potrebbe essere un segnale di debolezza della domanda e potrebbe indicare un'inflazione più morbida a medio termine. Su base mensile, la produzione industriale della zona euro è diminuita dell'1,7%.

Citigroup pubblicherà oggi le sue cifre del quarto trimestre. La banca ha avuto un forte terzo trimestre dal momento che gli utili hanno superato le previsioni. Il margine di interesse netto è stato del 2,7%, in linea con le previsioni. Il settore trading e delle vendite di obbligazioni ha registrato un aumento del 9% delle entrate, mentre le entrate di tutto il settore sono diminuite. Il titolo è diminuito negli ultimi mesi a causa della paura dei trader riguardo alla Federal Reserve.

Fonte di tutti i grafici qui presentati: CMC Markets Piattaforma Next Generation. Performance nette al 14/01/2019

-----------------------------------------------------------------------

Le notizie e i dati riportati sono finalizzati esclusivamente a fornire informazioni di carattere generale e non hanno come scopo quello di fornire raccomandazioni personalizzate riguardo una o più operazioni relative ad un determinato strumento finanziario. Nessuna opinione espressa riguardante investimenti o strategie di investimento può pertanto considerarsi adeguata alle caratteristiche di una specifica persona in merito alla sua conoscenza ed esperienza del trading online, dei CFD e del Forex, alla sua situazione finanziaria e ai suoi obiettivi di investimento. Le informazioni riguardanti le passate performance di un investimento o di una strategia di investimento non garantiscono e non sono indicative di future performance.