I mercati azionari europei sono in rialzo stamani dopo che la Cina ha annunciato i dati su importazioni ed esportazioni più forti del previsto nel corso della notte. Le esportazioni sono aumentate del 9,1%, mentre gli economisti si aspettavano un calo del -3,2%. L'ottimo dato evidenzia la domanda estera di beni cinesi. Pechino ha confermato che le importazioni sono diminuite dell'1,5%, ma la previsione di consenso era per un calo del 10%. Il precedente rapporto aveva registrato un calo del 7,6%, quindi la domanda interna si sta chiaramente dirigendo nella giusta direzione. Complessivamente, le cifre confermano che l'economia globale è in una forma migliore di quanto originariamente pensato e ciò ha risollevato la fiducia degli investitori. Il fatto che l'economia cinese stia mostrando alcuni segnali di miglioramento potrebbe significare che Pechino sarà meno sensibile alle pressioni degli Stati Uniti in merito alla disputa commerciale.

Nel quarto trimestre del 2018, l'economia tedesca ha registrato una crescita pari a zero, mentre le previsioni erano per una crescita dello 0,1%. L'Italia è già in recessione e la locomotiva dell'Europa è ferma, quindi il blocco valutario ha chiaramente dei problemi. I mercati azionari della zona euro sono in territorio positivo, il che è strano dato il dato del PIL tedesco, ma gli indici sono al di sotto dei massimi della sessione.

Ashmore ha confermato che il patrimonio gestito è aumentato del 3,8% e le entrate sono aumentate del 13% a seguito di commissioni di gestione più elevate. Gli utili prima delle imposte sono diminuiti del 6% a causa delle perdite sui nuovi fondi valuta mark to market. Viste le turbolenze che abbiamo visto nei mercati emergenti nella seconda metà del 2018, è stato incoraggiante vedere che la società è riuscita ad attrarre ulteriori fondi e commissioni.  Mark Coombs, l'amministratore delegato, detiene circa il 39% della società, ha dichiarato che intende ridurre la propria partecipazione ad un livello più "appropriato". L'annuncio ha messo sotto pressione il titolo, ma una partecipazione più diversificata dovrebbe avvantaggiare la società in quanto sembrerebbe meno simile ad una proprietà esclusiva di Coombs.

Le azioni di AstraZeneca sono in rialzo questa mattina dopo che la compagnia ha pubblicato risultati solidi. Le entrate del quarto trimestre sono aumentate dell'11% a 6,42 miliardi di dollari, superando le previsioni di 6,32 miliardi. L'utile core per azione è aumentato del 22% a 1,58 dollari e ha superato le previsioni di  1,48. Il gruppo ha registrato forti vendite in Cina e intende aumentare la propria esposizione al paese.

Anche AstraZeneca ha pubblicato un outlook non particolarmente ottimistico e prevede "una crescita percentuale a una sola cifra" dei ricavi e il profitto vedrà una crescita percentuale al di sotto del 5%. 

Credit Suisse ha registrato un profitto per l'intero anno, il primo dal 2014. Il programma di ristrutturazione triennale del gruppo è terminato lo scorso anno e ha chiaramente funzionato. Anche se la banca è tornata a guadagnare terreno, ha comunque espresso preoccupazione per il clima economico globale, mentre persistono le preoccupazioni sul commercio USA-Cina e la Brexit.

EUR/USD è in leggero rialzo oggi dato che i dati sul PIL della zona euro hanno soddisfatto le aspettative. Nel quarto trimestre del 2018, il blocco valutario è cresciuto dello 0,2% - soddisfacendo le previsioni.

Le azioni di Cisco saranno al centro dell'attenzione oggi dopo che la società ha rivelato cifre solide del secondo trimestre la scorsa notte. La società ha conseguito un profitto, con l'utile netto che è stato di 2,8 miliardi dollari, mentre l'anno prima aveva subito una perdita. Le entrate sono aumentate del 4,7% a 12,4 miliardidi dollari. Il colosso della tecnologia ha annunciato di aspettarsi una crescita delle vendite del terzo trimestre tra il 4-6% e la cosa è stata ben accolta anche dagli investitori.

 

Fonte di tutti i grafici qui presentati: CMC Markets Piattaforma Next Generation. Performance nette al 13/02/2019

------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Le notizie e i dati riportati sono finalizzati esclusivamente a fornire informazioni di carattere generale e non hanno come scopo quello di fornire raccomandazioni personalizzate riguardo una o più operazioni relative ad un determinato strumento finanziario. Nessuna opinione espressa riguardante investimenti o strategie di investimento può pertanto considerarsi adeguata alle caratteristiche di una specifica persona in merito alla sua conoscenza ed esperienza del trading online, dei CFD e del Forex, alla sua situazione finanziaria e ai suoi obiettivi di investimento. Le informazioni riguardanti le passate performance di un investimento o di una strategia di investimento non garantiscono e non sono indicative di future performance.