Tutti i principali mercati azionari europei hanno chiuso in rialzo ieri, anche se tutti hanno trascorso  in rosso parte della  la sessione.

L'IBEX è stato colpito dall'incertezza politica dopo che il Partito Socialista ha vinto le elezioni generali, ma il partito non è riuscito ad ottenere la maggioranza. Sembra che i socialisti dovranno cercare un accordo e questo probabilmente richiederà settimane di discussioni politiche. Gli investitori tendono ad avere maggiore fiducia nei governi con partiti di maggioranza e la politica della Spagna rischia di rimanere in sospeso nel breve termine. L'IBEX 35 ha passato quasi tutta la sessione ieri in rosso, ma è riuscito a ottenere un piccolo guadagno in chiusura.

La corsa al rialzo negli Stati Uniti continua mentre lo S&P 500 ha collezionato il massimo storico, ricordando che il NASDAQ 100 ha toccato il record della scorsa settimana.

Il calo della lettura core PCE all'1,6% dall'1,8% ha effettivamente aiutato le azioni, in quanto alcuni operatori ritengono che sia un segnale che la Federal Reserve non  aumenti i tassi.  La banca centrale degli Stati Uniti ha un obiettivo di inflazione del 2%, ma in questo momento la lettura core PCE è scesa al livello più basso dal gennaio 2018. Un raffreddamento dell'inflazione potrebbe essere solo un caso di raffreddamento della domanda, ma se la tendenza dovesse continuare, potrebbe implicare  problemi per l'economia americana.

Dopo la campana di chiusura, la controllante di Google, Alphabet ha pubblicato i dati del primo trimestre la scorsa notte. Il titolo è sceso, poiché le vendite per i primi tre mesi si sono attestate a 36,3 miliardi di dollari, mancando la previsione di 37,33 miliardi e il tasso di crescita delle vendite per il periodo è stato del 17%, rispetto a una crescita del 26% nello stesso periodo dello scorso anno.

In relazione alla situazione dei negoziati USA-Cina, è la stessa vecchia storia, in cui si sentono dichiarazioni  ampiamente positive, ma non molti dettagli. Il segretario al Tesoro degli Stati Uniti, Steven Mnuchin, ritiene che i colloqui potrebbero essere chiusi in poche settimane, mentre il consigliere economico della Casa Bianca, Larry Kudlow, è cautamente ottimista sulla possibilità di raggiungere un accordo.

Il mercato dei metalli ha avuto tempi difficili ieri, poiché l'oro e l'argento hanno perso terreno, dato che le materie prime hanno continuato a mostrare tendenze al ribasso. Il palladio ha subito un forte cale dopo aver colpito il massimo del mese venerdì.

Durante la notte, in Cina è stato pubblicato sia l'ultimo rapporto PMI manifatturiero che il rapporto PMI non manifatturiero. La lettura per quello manifatturiero è stato di 50,1, mentre la stima di consenso era 50,7 e la relazione di marzo era 50,5. La lettura non manifatturiera si è attestata a 54.3, con gli operatori si aspettavano 55, senza dimenticare che l'aggiornamento di marzo è stato di 54.8.

Il sondaggio Caixin sulla produzione cinese è stato di 50,2 mentre gli economisti anticipavano 51. Il sondaggio Caixin è ritenuto più affidabile. Le azioni in Asia sono state in larga parte in ribasso in scia ai numeri cinesi deludenti.

Alle 8:00, l'indice di sentiment dei consumatori tedeschi GfK sarà annunciato e gli operatori prevedono una lettura di 10.3. L'ultimo rapporto sui prezzi all'importazione verrà rivelato contemporanemaente e, su base annuale, la lettura dovrebbe attestare un aumento del 2%, il che sarebbe un grande balzo dell'1,6% registrato lo scorso anno.

Gli indici dei prezzi al consumo per Francia e Germania saranno pubblicati rispettivamente alle 8.45  e alle 14.00. Il tasso di inflazione francese dovrebbe aumentare dall'1,3% all'1,4%, mentre la lettura dell'inflazione tedesca dovrebbe attestarsi all'1,7%, con un miglioramento dell'1,4% a marzo.

L'indice dei prezzi al consumo italiano è in programma alle 11:00 e la stima di consenso è per un tasso di inflazione dell'1,2%, mentre la lettura precedente è stata dell'1,1%. Alle 11:00 verranno pubblicati i rapporti sul PIL e sulla disoccupazione della zona euro. La crescita del PIL per i primi tre mesi dell'anno dovrebbe mantenersi stabile all'1,1% - su base annua. Il tasso di disoccupazione dovrebbe rimanere al 7,8%.

I tassi di disoccupazione per Germania e Italia saranno annunciati alle 9,55  e alle 10:00  rispettivamente e le letture dovrebbero mantenersi stabili al 4,9% e al 10,7% rispettivamente. La domanda è stata debole nella zona euro di recente e una lettura debole potrebbe aumentare le indiscrezioni sul fatto che la Banca centrale europea avvierà un aggressivo piano di liquidità mirato a settembre.

Il PIL su base mensile per il Canada verrà pubblicato alle 14.30 e gli operatori prevedono una crescita nulla dallo 0,3% precedente.

Gli Stati Uniti pubblicheranno i dati sul mercato immobiliare più avanti nella sessione. Il rapporto sui prezzi delle abitazioni CaseSchiller verrà pubblicato alle 15:00 e il report dovrebbe mostrare un rallentamento del tasso di crescita dal 3,6% al 3,2%. Le vendite di abitazioni pendenti saranno pubblicate alle 16:00 e si prevede un aumento dell'1,1%.

Fonte : CMC Markets Piattaforma Next Generation. Performance nette al 30/04/2019

------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Le notizie e i dati riportati sono finalizzati esclusivamente a fornire informazioni di carattere generale e non hanno come scopo quello di fornire raccomandazioni personalizzate riguardo una o più operazioni relative ad un determinato strumento finanziario. Nessuna opinione espressa riguardante investimenti o strategie di investimento può pertanto considerarsi adeguata alle caratteristiche di una specifica persona in merito alla sua conoscenza ed esperienza del trading online, dei CFD e del Forex, alla sua situazione finanziaria e ai suoi obiettivi di investimento Le informazioni riguardanti le passate performance di un investimento o di una strategia di investimento non garantiscono e non sono indicative di future performance.