Sono buoni i dati americani che vanno a supportare quanto Janet Yellen ha proferito mercoledi scorso nella riunione della Fed: le spese per il consumo privato hanno registrato un incremento nel mese di novembre, indicando che la crescita economica rimane stabile. Sono buone anche le prospettive afferenti la disoccupazione e sembrano migliorare gli indici del settore immobiliare. Tutte questi dati sono in linea con quanto prospettato nella riunione della Fed di settimana scorsa, dove ci si aspetta un costante miglioramento dei dati economici allo scopo di proseguire con le quattro strette monetarie che dovrebbero contraddistinguere il 2016. Il recente rimbalzo del petrolio ha avuto effetti positivi sui mercati con effetti positivi sulle performance dell’azionario EURUSD: Il biglietto verde si e' indebolito visto che l'attivita' di trading e' diminuita in vista delle festivita' di fine anno. Tuttavia i dati Usa di ieri hanno mostrato un buon andamento del Pil negli Stati Uniti e, potrebbero sostenere il biglietto verde. Il cambio euro/usd tratta ora a 1,0930, rispetto alla chiusura di ieri a 1,0954. Si viaggia al di sopra del supporto posto a 1.08 e un obiettivo al rialzo potrebbe essere la zona 1.1040/50 dove transitano le medie mobili a 100 e 200 periodi --------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------- Le notizie e i dati riportati sono finalizzati esclusivamente a fornire informazioni di carattere generale e non hanno come scopo quello di fornire raccomandazioni personalizzate riguardo una o più operazioni relative ad un determinato strumento finanziario. Nessuna opinione espressa riguardante investimenti o strategie di investimento può pertanto considerarsi adeguata alle caratteristiche di una specifica persona in merito alla sua conoscenza ed esperienza del trading online, dei CFD e del Forex, alla sua situazione finanziaria e ai suoi obiettivi di investimento. Le informazioni riguardanti le passate performance di un investimento o di una strategia di investimento non garantiscono e non sono indicative di future performance.