Le piazze europee hanno aperto la settimana in rosso, continuando a scendere anche oggi in apertura. A preoccupare i mercati sono le prospettive di crescita mondiale. Il Dax registra oggi la quinta seduta negativa di fila, mentre il Bund continua a formare nuovi massimi storici. In scia al Bund seguono l’oro, che punta ai 1300 dollari, e il titolo governativo giapponese a 15 anni che rimane a rendimenti negativi. A pesare sui listini soprattutto il settore bancario, con le banche italiane che risultano le peggiori in Europa. Le sofferenze detenute dalle banche italiane hanno mostrato un aumento di circa il 18% secondo i dati di settimana scorsa. L'indice italiano mostra sul grafico un accelerazione ribassista con il Ftse Mib che oggi scende di oltre un punto percentuale.


CMC Markets è un fornitore di servizi di sola esecuzione. Queste informazioni (che contengano o meno opinioni) hanno solo scopo informativo e non tengono conto delle circostanze o degli obiettivi personali dell'utente. Nessuna delle informazioni contenute in questo documento è (o dovrebbe essere considerata) una consulenza finanziaria, di investimento o di altro tipo su cui si può fare affidamento. Nulla nei documenti costituisce una raccomandazione da parte di CMC Markets o dell'autore secondo cui un particolare investimento, titolo, transazione o strategia d'investimento sia adatto a una particolare persona. I materiali non sono stati preparati in conformità con i requisiti di legge volti a promuovere l'indipendenza della ricerca di mercato degli investimenti. Sebbene non sia espressamente vietato a noi trattare prima di fornire questo materiale, non cerchiamo di trarne profitto prima della sua diffusione.