I mercati azionari europei hanno chiuso in rialzo ieri dato che i tori hanno preso forza nonostante il sentiment negativo sul fronte commerciale.

Gli indici hanno avuto una sessione impressionante in quanto hanno iniziato in rosso, ma sono riusciti a fare un'inversione a U e registrare guadagni rispettabili.

La situazione di stallo tra Stati Uniti e Cina permane e, anche se restano ancora tensioni, gli operatori non sono stati dissuasi dal riacquistare azioni.

I mercati finanziari non si muovono in linea retta, quindi un rimbalzo non è stata una sorpresa, ma la conferma verrà se i mercati riusciranno a sfruttare i rialzi di ieri.

Negli Stati Uniti, la scorsa notte, il settore tecnologico è stato duramente colpito dal timore che il Dipartimento di Giustizia (DoJ) stia preparando un'indagine antitrust su Alphabet, la società madre di Google. Ci sono state  indiscrezioni sul fatto che l'ente governativo esaminerà attentamente le pratiche di ricerca della compagnia e ciò ha messo sotto pressione il prezzo delle azioni di Alphabet.

Le azioni di Apple sono scese dopo che è stato riferito che il DoJ ha giurisdizione su una potenziale indagine antitrust e le azioni di Facebook sono a loro volta cadute per timori generali di una regolamentazione più stringenti.

Il NASDAQ  ha subito un forte sell-off, mentre lo S&P 500 ha chiuso in ribasso.

Alla conferenza globale degli sviluppatori, Apple ha rivelato l'intenzione di eliminare gradualmente iTunes, e sarà concentrata su Apple Music, Podcast Apple e Apple TV

Il dollar index ha perso molto terreno ieri dopo che James Bullard della Federal Reserve ha affermato che un taglio dei tassi potrebbe essere necessario "presto" e il banchiere centrale ha citato preoccupazioni commerciali e inflazione debole per l'eventuale intervento.

Oro e argento hanno approfittato della debolezza del biglietto verde e sono saliti, dato che la relazione inversa tra i metalli e il biglietto verde rimane forte. I metalli preziosi hanno anche rappresentato un porto sicuro per i trader in fuga dalle azioni.

I mercati azionari in Asia sono in gran parte scesi overnight, poiché il sentiment negativo di Wall Street si è esteso all'Estremo Oriente.

La Cina ha avviato un'indagine su Fedex, dopo che la società di consegna dei pacchi ha spedito accidentalmente dei beni destinati all'ufficio di Huawei in Cina, negli Stati Uniti. La società di consegna pacchi si è scusata per l'errore e ha sottolineato che si è trattato solo di uno sbaglio. La mossa del governo cinese sottolinea la mancanza di fiducia tra le due parti. Nelle scorse settimane abbiamo sentito che la Cina ha cercato di rinegoziare l'accordo commerciale con gli Stati Uniti, ma recentemente la Cina ha rivendicato il passo indietro degli Stati Uniti rispetto all'accordo. Il rischio di una disputa commerciale a colpi di ritorsioni aleggia ancora  sui mercati e non sembra che il rapporto verrà ristabilito a breve.

Alla fine della scorsa settimana il presidente Trump ha minacciato il Messico con tariffe del 5% su tutte le importazioni a partire dal 10 giugno. L'annuncio è stato pensato per costringere il Messico a aumentare le misure di sicurezza del confine. Il personale della Casa Bianca ha affermato che i dazi sono "non correlati" all'accordo commerciale nordamericano, ma funge da promemoria di quanto il presidente Trump sia imprevedibile quando si tratta di scambi commerciali.

Trump è atterrato nel Regno Unito ieri e finora la visita è stata tranquilla. Prima del suo arrivo, ha dichiarato che Boris Johnson sarebbe  un eccellente capo del partito di Troy. Il presidente degli Stati Uniti è noto per esprimere la sua opinione e non sempre gioca secondo le regole della diplomazia, quindi potrebbe offrire un indizio sul futuro delle relazioni tra Regno Unito e Stati Uniti. Trump ha affermato che un accordo commerciale tra i due paesi è possibile una volta che il Regno Unito completerà la sua uscita dall'UE.

Durante la notte, la Reserve Bank of Australia (RBA) ha tagliato i tassi di interesse all'1,25% dall'1,5% e la mossa non è stata esattamente una sorpresa. La RBA ha preso la decisione di allentare la politica monetaria al fine di aiutare la crescita dell'occupazione e contribuire a raggiungere l'obiettivo di inflazione a medio termine.

Oggi ci sono una serie di annunci economici dalla zona euro. La variazione della disoccupazione spagnola sarà pubblicata alle 9:00 e gli economisti si aspettano una riduzione di 67.000 posti di lavoro  Alle 10:00, il tasso di disoccupazione italiano sarà reso noto e la stima di consenso è del 10,3%. L'indice dei prezzi al consumo dell'Eurozona sarà rivelato alle 11:00  e gli economisti si aspettano che l'inflazione scenda all'1,3% dall'1,7%, mentre il dato core è destinato a scendere allo 0,9%.

La settimana scorsa abbiamo registrato forti cali nell'indice dei prezzi al consumo tedesco, francese e spagnolo, cosa che suggerisce che la domanda di base sta diminuendo.Il PMI delle costruzioni nel Regno Unito sarà annunciato alle 10.30 e il rapporto dovrebbe essere 50.5, il che non cambierebbe su base mensile.

Jerome Powell, il capo della Fed, dovrebbe parlare alle 15.55. I commenti di Powell saranno osservati da vicino visto che i mercati stanno scontando una riduzione dei tassi di interesse verso la fine  di quest'anno.

Fonte di tutti i grafici qui presentati: CMC Markets Piattaforma Next Generation. Performance nette al 03/06/2019

----------------------------------

Le notizie e i dati riportati sono finalizzati esclusivamente a fornire informazioni di carattere generale e non hanno come scopo quello di fornire raccomandazioni personalizzate riguardo una o più operazioni relative ad un determinato strumento finanziario. Nessuna opinione espressa riguardante investimenti o strategie di investimento può pertanto considerarsi adeguata alle caratteristiche di una specifica persona in merito alla sua conoscenza ed esperienza del trading online, dei CFD e del Forex, alla sua situazione finanziaria e ai suoi obiettivi di investimento. Le informazioni riguardanti le passate performance di un investimento o di una strategia di investimento non garantiscono e non sono indicative di future performance.