E' stata un'altra sessione stellare la scorsa notte per le azioni americane. L'indice S&P 500 e il NASDAQ hanno nuovamente registrato massimi storici, dato che l'ottimismo su un accordo commerciale con il Canada e le raccomandazioni dei broker positive per alcuni titoli tecnologici hanno fatto salire gli indici.

I mercati azionari statunitensi sono stati in buona forma durante la settimana a causa del nuovo accordo commerciale che è stato raggiunto tra Stati Uniti e Messico. Ieri abbiamo sentito la voce di due politici canadesi di alto rango, Justin Trudeau, il primo ministro e Chrystia Freeland, il ministro degli esteri, ed entrambi erano ottimisti sulla possibilità di raggiungere un accordo nel breve termine. Il Presidente Trump ha fatto un molto chiasso in merito all'aggiustamento dei nuovi accordi commerciali più favorevoli agli Stati Uniti, e sta chiaramente facendo progressi, ed è sicuro che il Canada accetterà i nuovi termini commerciali entro domani.

La lettura preliminare del PIL degli Stati Uniti per il secondo trimestre è stata del 4,2%, e senza dubbio Trump si vanterà del risultato. L'ultimo report "core" sulle spese di consumo personali (PCE) verrà rilasciato alle 14.30 e la stima è di un tasso del 2%. La lettura core PCE è la misura preferita dell'inflazione della Federal Reserve e il dollaro USA sarà al centro dell'attenzione.

Nonostante alcuni operatori abbiano messo in discussione le alte valutazioni di alcuni titoli tecnologici, ieri abbiamo visto obiettivi di prezzo ambiziosi per Amazon e Alphabet da parte di di Morgan Stanley. La banca ha emesso un obiettivo di prezzo di 2,500 dollari per Amazon e 1,515 Alphabet, la holding che detiene Google. Anche il prezzo delle azioni di Apple ha raggiunto il massimo storico dal momento che il titolo è stato catturato dal sentiment rialzista.

Non è solo il Nord America ad essere sostenuto dalla prospettiva di miglioramenti dei rapporti commerciali. Michel Barnier, negoziatore dell'UE, ha confermato di voler offrire al Regno Unito un accordo che non è mai stato offerto ad altro paese. La sterlina è salita alle stelle dell'annuncio in quanto i trader lo hanno percepito come un compromesso per superare l'impasse nelle discussioni sulla Brexit. La situazione è tutt'altro che risolta, ma per ora i trader sono ottimisti riguardo alla sterlina sulla base delle notizie. Alcuni potrebbero obiettare che Bruxelles è diventata più accomodante alla luce delle crescenti chiacchiere sulla possibilità di un "no-deal Brexit".

Mentre le cose stanno migliorando per il Regno Unito, la Turchia sta ancora lottando perché un indicatore del sentiment economico è scivolato al suo livello più basso in nove anni. L'aggiornamento deludente arriva dopo che Moody's ha declassato 20 delle istituzioni finanziarie del paese. Lo slittamento nella lira turca invia il messaggio sbagliato, e diventa un circolo vizioso di debole fiducia degli investitori. L'eurozona è esposta al paese, e anche se i mercati sono preoccupati al momento, se i problemi persistessero, è probabile che diventi un problema.

L'eurozona deve affrontare anche la questione italina, poiché i tassi di interesse in crescita strisciante potrebbero diventare un problema per la nazione indebitata. Si è anche detto che il governo di Roma abbia chiesto alla Banca Centrale Europea di acquistare i propri titoli per mantenere il controllo dei rendimenti. L'euro sarà al centro dell'attenzione oggi perché la Germania pubblicherà un paio di importanti aggiornamenti economici. Alle 9.55 il tasso di disoccupazione tedesco è stato in linea con le attese degli operatori al 5,2%. Il report sull'inflazione tedesca verrà rivelato alle 14:00 e gli economisti si attendono al 2%.

Fonte di tutti i grafici qui presentati: CMC Markets Piattaforma Next Generation. Performance nette al 30/08/2018

------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Le notizie e i dati riportati sono finalizzati esclusivamente a fornire informazioni di carattere generale e non hanno come scopo quello di fornire raccomandazioni personalizzate riguardo una o più operazioni relative ad un determinato strumento finanziario. Nessuna opinione espressa riguardante investimenti o strategie di investimento può pertanto considerarsi adeguata alle caratteristiche di una specifica persona in merito alla sua conoscenza ed esperienza del trading online, dei cfds">CFD e del Forex, alla sua situazione finanziaria e ai suoi obiettivi di investimento. Le informazioni riguardanti le passate performance di un investimento o di una strategia di investimento non garantiscono e non sono indicative di future performance.