Settimana di attesa sui mercati finanziari che finalmente oggi vedranno arrivare per le 14.30 l’attesissimo dato sui non-farm payroll, cioè il numero di nuove buste paghe generate dall’economia americana nell’ultimo mese senza considerare il settore agricolo. Il report è molto atteso anche perché orienta in modo decisivo le scelte della Fed e un risultato in linea con le attese potrebbe confermare l’aspettativa ormai consolidata di un possibile rialzo dei tassi nel prossimo mese di settembre, con implicazioni fondamentali sul dollaro. In settimana abbiamo assistito ad un balletto di dichiarazione tra due membri del board della Fed, Lockhart e Powell che hanno avuto effetti opposti sul cambio Eur/Usd. I voti di questi due membri sono dirimenti perchè hanno sempre sostenuto all'interno del board una posizione intermedia tra i falchi (più propensi ad anticipare il rialzo dei tassi) e le colombe (dell'avviso che sia meglio aspettare). Se Lockhart ha sottolineato come l'inizio della stretta monetaria sia ormai ineludibile e solo dati macroeconomici negativi potrebbero portare ad un rinvio, Powell ha invece sottolineato il fatto che il tasso di inflazione è ancora basso. Ecco perchè l'evento in programma oggi diventa cruciale. Ieri invece abbiamo assistito alla pubblicazione delle minute dell'ultima riunione della Banca d'Inghilterra e al report sull'inflazione. Anche in questo caso si attende l'inizio del rialzo dei tassi d'interesse, vista anche la forza dell'economia inglese con una crescita del 2.8% del Pil prevista per l'anno e salari in crescita 3% nel 2015 e un'inflazione allo 0.9%. Cosa frena il governatore Carney e il board Fondamentalmente la debolezza delle materie prime, un settore di grande importanza per l'economia inglese. Dalla lettura delle minute emerge la volontà di attendere ancora, aspettando le mosse della Fed. Anche per questo motivo il tasso di cambio Eur/Gbp è ritornato sopra quota 0.7. --------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------- Le notizie e i dati riportati sono finalizzati esclusivamente a fornire informazioni di carattere generale e non hanno come scopo quello di fornire raccomandazioni personalizzate riguardo una o più operazioni relative ad un determinato strumento finanziario. Nessuna opinione espressa riguardante investimenti o strategie di investimento può pertanto considerarsi adeguata alle caratteristiche di una specifica persona in merito alla sua conoscenza ed esperienza del trading online, dei CFD e del Forex, alla sua situazione finanziaria e ai suoi obiettivi di investimento. Le informazioni riguardanti le passate performance di un investimento o di una strategia di investimento non garantiscono e non sono indicative di future performance.