E’ lo spauracchio della deflazione l’argomento principe delle prossime riunioni della Bce che giovedì sarà tenuta a pubblicare le nuove stime e un’indicazione per il 2015. Venerdì i dati afferenti l’inflazione in Eurozona hanno parlato di sensibile miglioramento in alcune zone (Spagna e Germania) e peggioramento in altre (Italia) dando però un totale dello più 0,9 % rispetto allo 0,7 % del mese precedente, che aveva allertato così tanto il Consiglio Ue da procedere al taglio dei tassi qualche settimana fa. Dato che lo spettro della riduzione dei prezzi è lungi dall’essere scacciato, tra le possibilità prospettate anche una riduzione ulteriore dei tassi dello 0,10 % o dello 0,15 %. Siamo al momento ai minimi storici comunque. Il “quantitative easing” che ha fatto recentemente le fortune di Giappone e Usa non viene al momento preso in considerazione dal Consiglio Europeo, piuttosto un’opportunità è rappresentata dal tasso sui depositi sotto lo zero. EURUSD: siamo leggermente al di sopra di 1,36 e solo il superamento di 1,3650 può permettere il proseguimento della risalita e “vedere “ gli 1,3950. Supporto a 1,3480 la cui rottura può portare il cross a 1,34 prima e 1,33 successivamente --------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------- Le notizie e i dati riportati sono finalizzati esclusivamente a fornire informazioni di carattere generale e non hanno come scopo quello di fornire raccomandazioni personalizzate riguardo una o più operazioni relative ad un determinato strumento finanziario. Nessuna opinione espressa riguardante investimenti o strategie di investimento può pertanto considerarsi adeguata alle caratteristiche di una specifica persona in merito alla sua conoscenza ed esperienza del trading online, dei CFD e del Forex, alla sua situazione finanziaria e ai suoi obiettivi di investimento. Le informazioni riguardanti le passate performance di un investimento o di una strategia di investimento non garantiscono e non sono indicative di future performance.