JPMorgan Chase

È stata una settimana ordinaria per i mercati azionari globali, nonostante il meeting mensile della BCE, il vertice UE e i verbali della Fed, non c'è stato davvero un catalizzatore significativo per contribuire a migliorare la propensione degli investitori a prendersi ulteriori rischi dopo i forti rialzi della scorsa settimana.

Le prospettive economiche globali continuano a sembrare un po' deboli, anche senza il downgrade delle prospettive di crescita del FMI di questa settimana e ieri i mercati statunitensi sono scesi prima dell'inizio di quella che dovrebbe essere una stagione di trimestrali, le cui le aspettative sono piuttosto basse.

I mercati asiatici non si sono mossi in modo particolarmente forte in un modo o nell'altro in vista dei dati commerciali cinesi di questa mattina relativi al mese di marzo. Nel mese di febbraio gli scambi commerciali in Cina sono scesi in misura considerevole, dal momento che le esportazioni sono diminuite del 20% e le importazioni del 5,7%, numeri che potrebbero essere stati distorti dalle festività del nuovo anno lunare.

I numeri di marzo di oggi potrebbero mostrare un miglioramento anche se questo potrebbe essere semplicemente attribuito all'anomalia di febbraio che viene corretta nella direzione opposta. Un rimbalzo negli ultimi PMI manifatturieri ha dato forza alle aspettative che l'economia cinese potrebbe aver toccato il fondo e abbia iniziato a rimbalzare. Si prevede che le esportazioni a marzo aumenteranno del 7,7%, mentre le importazioni dovrebbero aumentare del 5,8%. Notizie di ulteriori progressi su un accordo commerciale tra Stati Uniti e Cina non sembrano essere stati sufficienti a suscitare molto interesse con la maggior attenzione rivolta ai numeri del primo trimestre di oggi delle banche statunitensi JP Morgan e Wells Fargo, entrambi importanti indicatori della salute dell'economia statunitense.

Le banche a livello generale hanno avuto difficoltà a massimizzare i rendimenti nell'attuale contesto di bassi tassi d'interesse.

Il trading nei primi 3 mesi di quest'anno si è rivelato ancora più difficile, con l'inversione della curva dei rendimenti USA che ha spinto JP Morgan a rivedere  i livelli di personale secondo notizie del mese scorso. Con la banca che ha mancato la previsione dei profitti nel suo ultimo trimestre per la prima volta in 15 trimestri e il recente annuncio di tagli di posti di lavoro nelle sue divisioni di wealth e asset management, oggi potremmo assistere a altri risultati deludenti.

Wells Fargo, d'altra parte, offre un maggior dettaglio sull'andamento del mercato immobiliare statunitense, dove abbiamo visto una spiccata debolezza negli ultimi mesi. Questo potrebbe essere un altro trimestre deludente.

È stato con un senso di sollievo che i mercati europei sono saliti modestamente ieri, dopo che l'UE ha esteso la scadenza dell'articolo 50 per Brexit  fino alla fine di ottobre, evitando così il potenziale per una Brexit "senza accordo" oggi, dando così ai politici ulteriore respiro per cercare di fare un altro tentativo di ottenere un accordo su tutta la linea.

Un effetto positivo del passaggio della scadenza in autunno è che i vacanzieri di entrambe le sponde del Canale della Manica possono ora pianificare le loro vacanze estive senza timore di una dislocazione per Brexit nei prossimi sei mesi, con le azioni di compagnie aeree e viaggi che hanno goduto di un bel rialzo. E' anche probabile che sblocchi alcune spese per i consumatori repressi, che probabilmente hanno fatto registrare un minimo a marzo.Il rovescio della medaglia è che per le altre imprese nel Regno Unito l'estensione non risolve nulla, il che significa che eventuali decisioni di investimento saranno probabilmente ritardate ulteriormente fino a quando non si decide se approvare l'accordo esistente, revocare l'articolo 50 o utilizzare il tempo extra reso disponibile per fare ulteriori preparativi per un'uscita senza accordi in ottobre.

Per il momento, le imprese sono intrappolate in un limbo per gli investimenti, mentre l'economia del Regno Unito è probabile che resti piatta, poiché le aziende staranno ferme finché la situazione economica non diventerà più chiara. Questo aiuta anche a spiegare perché la sterlina si è mossa a malapena sulle notizie dell'estensione. Significa anche che qualsiasi prospettiva che la Banca d'Inghilterra potrebbe aumentare i tassi di interesse quest'anno è praticamente svanita, non che ci fosse comunque un'alta probabilità. Un fattore positivo dell'estensione della Brexit di questa settimana è che i parlamentari sono ora in vacanza fino al 23 aprile, il che significa che il flusso di notizie renderà probabilmente un po' meno pesante la Brexit, regalandoci un po' di pausa. Dopo tutto stanno succedendo anche altre cose nel mondo!

EURUSD - sta faticando ad allontanarsi dall'area di 1.1300, ma ha ancora un solido supporto nell'area 1.1180, con una rottura che punterebbe al livello di 1.1000. Il livello di resistenza principale è ancora vicino all'area 1,1340 e alla media mobile a 50 giorni. il potenziale di rialzo probabilmente rimarrà limitato alla media mobile a 200 giorni a 1,1460 se superassimo la media mobile a 50 giorni.

GBPUSD - sta ancora galleggiando sopra la media mobile a 200 giorni e all'area di 1,2960 che continua a rappresentare un solido supporto. L'area di 1,3170 rimane ancora un ostacolo chiave al rialzo ed è probabile che ci sia un blocco fino a quando non si otterrà un quadro politico più chiaro. Sotto 1,2960 si apre la strada verso 1,2800.

EURGBP - per ora è sotto la zona 0,8650 e ha bisogno di spostarsi al di sopra di questo livello per ipotizzare un passaggio verso il livello di 0,8720. Finchè resta qui sotto la tendenza rimane per un ritorno ai minimi recenti a 0.8500.

USDJPY - una forte mossa al di sopra del livello di 111,20 ha aperto la possibilità di un ritorno nell'area 112,00, e il picco di marzo a 112,20. 111.20 dovrebbe ora fungere da supporto, mentre una mossa al di sotto di quel livello aprirebbe  nuovamente le porte al livello di 110.70.

Fonte : CMC Markets Piattaforma Next Generation. Performance nette al 12/04/2019

------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Le notizie e i dati riportati sono finalizzati esclusivamente a fornire informazioni di carattere generale e non hanno come scopo quello di fornire raccomandazioni personalizzate riguardo una o più operazioni relative ad un determinato strumento finanziario. Nessuna opinione espressa riguardante investimenti o strategie di investimento può pertanto considerarsi adeguata alle caratteristiche di una specifica persona in merito alla sua conoscenza ed esperienza del trading online, dei CFD e del Forex, alla sua situazione finanziaria e ai suoi obiettivi di investimento Le informazioni riguardanti le passate performance di un investimento o di una strategia di investimento non garantiscono e non sono indicative di future performance.