“Tutto secondo le attese”, questo forse il commento più scontato dopo la decisione del board della BCE di lasciare invariato il tasso di interesse di riferimento allo 0% e mantenere inalterato il mix di politiche monetarie già in essere da due anni. Più interessante l’esercizio di equilibrismo a cui è stato costretto Mario Draghi nella seguente conferenza stampa. Il governatore della Banca Centrale Europea da una parte ha sottolineato come il quadro macroeconomico generale sia in costante miglioramento nell’eurozona e il rischio di inflazione sia ormai stato lasciato alle spalle, dall’altra ha però ribadito come sia ancora prematuro immaginare un’inversione di marcia. In particolare secondo Draghi il tasso di inflazione si è riportato più vicino ai target stabiliti, ma il rialzo è dovuto principalmente alla ripresa dei prezzi dell’energia e non vi è ancora chiara evidenza che questa ripresa dei prezzi si sia trasmesso agli altri beni di consumo. Come evidenziato anche nel comunicato stampa “ i tassi rimarranno al livello attuale o più bassi per un periodo di tempo prolungato”, anche se è stato tolto il riferimento al possibile uso ogni strumento disponibile, perché si è andato ad attenuare il senso di urgenza che aveva caratterizzato i precedenti comunicati. EUR/USD ha colto un rimbalzo che ha portato il tasso di cambio al di sopra di 1.06 anche se per pochi minuti, in attesa del dato sui non farm payroll previsto per oggi alle 14.30. Ormai sembra essere dato per certo un aumento dei tassi da parte della Fed nella riunione in programma per mercoledì 15 marzo, almeno da quanto desumibile dall’andamento dei Fed funds, tuttavia un dato migliore delle attese potrebbe anticipare il possibile rafforzamento del dollaro. Da tenere monitorato non è solo il numero dei nuovi posti di lavoro prodotti nello scorso mese di febbraio ma anche l’andamento dei salati (si attende un +0.3%) e il numero di ore lavorate (dato che dovrebbe rimanere ancora stabile). --------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------- Le notizie e i dati riportati sono finalizzati esclusivamente a fornire informazioni di carattere generale e non hanno come scopo quello di fornire raccomandazioni personalizzate riguardo una o più operazioni relative ad un determinato strumento finanziario. Nessuna opinione espressa riguardante investimenti o strategie di investimento può pertanto considerarsi adeguata alle caratteristiche di una specifica persona in merito alla sua conoscenza ed esperienza del trading online, dei CFD e del Forex, alla sua situazione finanziaria e ai suoi obiettivi di investimento. Le informazioni riguardanti le passate performance di un investimento o di una strategia di investimento non garantiscono e non sono indicative di future performance.