Partenza positiva per l'Euro Dollaro dopo il ritracciamento dai massimi di periodo di settimana scorsa.
Dopo aver toccato il massimo di periodo degli ultimi 3 anni a 1,2555 venerdì scorso, il cross ha ritracciato, senza però riuscire a mettere a segno una chiusura oltre il livello psicologico di resistenza a 1,2500.
Da metà Gennaio 2018 l'EUR/USD viene trattato tra i due livelli chiave 1,22 e 1,25 formando un trading range molto stretto.
Una decisa rottura di uno dei due livelli potrebbe finalmente portare l'euro dollaro a prendere una direzione più chiara.

Alcuni analisti parlano già di un triplo massimo in formazione (dopo il triplo tentativo di rottura del livello 1,25) con implicazioni ribassite, altri, più prudenti, parlano invece di un rettangolo di accumulazione.
Al momento è possibile solamente attendere ed osservare il comportamento dello strumento finanziario vicino ai due livelli.

Graficamente la struttura del trend rialzista resta intatta con massimi e minimi sempre più alti.
La media mobile di medio periodo è ancora orientata positivamente, mentre quella di breve ha già cominciato a scendere.
L'RSI è riuscito a tornare sopra i 50 punti, ma la forza rialzista sembra essere meno propulsiva.

Fonte : CMC Markets Piattaforma Next Generation. Performance nette al 26/02/2018


---------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
Le notizie e i dati riportati sono finalizzati esclusivamente a fornire informazioni di carattere generale e non hanno come scopo quello di fornire raccomandazioni personalizzate riguardo una o più operazioni relative ad un determinato strumento finanziario. Nessuna opinione espressa riguardante investimenti o strategie di investimento può pertanto considerarsi adeguata alle caratteristiche di una specifica persona in merito alla sua conoscenza ed esperienza del trading online, dei CFD e del Forex, alla sua situazione finanziaria e ai suoi obiettivi di investimento. Le informazioni riguardanti le passate performance di un investimento o di una strategia di investimento non garantiscono e non sono indicative di future performance.