E’ un euro debole all’indomani delle parole di Draghi che non esclude un ulteriore allentamento monetario per contrastare il continuo calo dell'inflazione e che ha, come previsto, lasciato i tassi di interesse dell'area euro invariati allo 0,25%. Un euro troppo forte e’ di intralcio alla crescita, per cui, se l’obiettivo delle parole era svilirne il valore, probabilmente ci siamo riusciti. EURUSD: al di sotto del livello attuale (1,37 circa) c’è spazio per un ulteriore discesa a 1,3640. Per i rialzisti attendere 1,3820/50 per ulteriori salite con proiezione 1,3970 --------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------- Le notizie e i dati riportati sono finalizzati esclusivamente a fornire informazioni di carattere generale e non hanno come scopo quello di fornire raccomandazioni personalizzate riguardo una o più operazioni relative ad un determinato strumento finanziario. Nessuna opinione espressa riguardante investimenti o strategie di investimento può pertanto considerarsi adeguata alle caratteristiche di una specifica persona in merito alla sua conoscenza ed esperienza del trading online, dei CFD e del Forex, alla sua situazione finanziaria e ai suoi obiettivi di investimento. Le informazioni riguardanti le passate performance di un investimento o di una strategia di investimento non garantiscono e non sono indicative di future performance.