Lunedì nero per le Borse; in Europa si azzerano i guadagni da inizio anno e il crollo dei bancari regala a Milano la maglia nera. In controtendenza solo Atene che segna un più 2,65 % e che, da inizio anno è positiva di circa il 4 %. E’ la Cina con i dati pubblicati sabato a muovere negativamente il mercato: l’industria manifatturiera è ai minimi da sei mesi e ciò preoccupa perchè la Cina è il più grande dei paesi emergenti. A Wall Street non regnava ieri l’ottimismo dopo i dati afferenti all’indice Ism manifatturiero di cui ci si aspettava un lieve calo e che, invece, ha perso cinque punti rispetto a dicembre. Forse l’ulteriore taglio alle iniezioni di liquidità posto in essere dalle autorità americane è stato troppo prematuro. In Europa si attendono lumi dalla riunione di domani da parte del Consiglio Ue: c’è chi prospetta l’introduzione di misure non convenzionali che possano dare respiro a famiglie e piccole imprese, ma che soprattutto possano contrastare le spinte deflazionistiche sempre più evidenti negli ultimi mesi. EURUSD: siamo in zona 1,3530 con la media a 100 periodi che ora funge da resistenza a 1,36 e quella a 200 periodi posizionata a 1,3375 che funge da supporto. Livello importante per la discesa è 1,3475, ma molto dipenderà dalle decisioni del Consiglio europeo che potrebbero generare elevata volatilità. --------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------- Le notizie e i dati riportati sono finalizzati esclusivamente a fornire informazioni di carattere generale e non hanno come scopo quello di fornire raccomandazioni personalizzate riguardo una o più operazioni relative ad un determinato strumento finanziario. Nessuna opinione espressa riguardante investimenti o strategie di investimento può pertanto considerarsi adeguata alle caratteristiche di una specifica persona in merito alla sua conoscenza ed esperienza del trading online, dei CFD e del Forex, alla sua situazione finanziaria e ai suoi obiettivi di investimento. Le informazioni riguardanti le passate performance di un investimento o di una strategia di investimento non garantiscono e non sono indicative di future performance.