Nella sottile battaglia tra Bce e Fed finalizzata a tenere bassa la propria moneta rispetto alle altre, l’intervento degli ultimi giorni dagli Usa atto a confermare che i tassi rimarranno bassi ancora a lungo, ha innervato una lieve diminuzione del dollaro rispetto all’euro, che è prepotentemente tornato oltre gli 1,36. Siamo a 1,3620 al momento e a 1,3678 c’è la banda di Bollinger superiore, obiettivo facilmente perseguibile per i rialzisti. Per i ribassiti, tornare sotto gli 1,36 è la base per poi tornare a 1,3520 prima e 1,3480 dopo --------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------- Le notizie e i dati riportati sono finalizzati esclusivamente a fornire informazioni di carattere generale e non hanno come scopo quello di fornire raccomandazioni personalizzate riguardo una o più operazioni relative ad un determinato strumento finanziario. Nessuna opinione espressa riguardante investimenti o strategie di investimento può pertanto considerarsi adeguata alle caratteristiche di una specifica persona in merito alla sua conoscenza ed esperienza del trading online, dei CFD e del Forex, alla sua situazione finanziaria e ai suoi obiettivi di investimento. Le informazioni riguardanti le passate performance di un investimento o di una strategia di investimento non garantiscono e non sono indicative di future performance.