C’e’ attesa per le decisioni di giovedi’ della Bce a cui seguiranno le notizie di Wall Street di venerdi’ con i dati sull’occupazione di ottobre e quelli inerenti al Pil. Le buone news giunte dalla zona Euro di ieri legate alla felice lettura dei dati dell’indice Pmi hanno innervato i mercati che hanno chiuso in guadagno, con Milano in maglia rosa con un piu’ 0,73 %, con chiusure positive di circa mezzo punto percentuale nelle altre piazze e con nuovi record del Dax. Molto bene poi i dati giunti da Madrid con l’indice Pmi a 50,9 che segna il miglior dato da marzo 2011 e con le vendite delle auto salite del 35 % circa grazie agli incentivi sulla rottamazione. L’Euro ieri e’ salito nei confronti del dollaro anche se proviene da un fine settimana scorso dove si e’ deprezzato di circa tre figure passando dagli 1,38 agli 1,35 attuali. Alla discesa potrebbe contribuire la possibilita’ concreta di una riduzione dei tassi da parte della Bce in quanto c’e’ stato un calo dell’inflazione che lascerebbe presagire la decisione. Il rimanere della quotazione del cross sopra 1,3450 lascia spazio per nuove salite a 1,3650 e la rottura decisa di 1,3450 potrebbe accentuare le perdite ipotizzando il raggiungimento del livello di 1,32 --------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------- Le notizie e i dati riportati sono finalizzati esclusivamente a fornire informazioni di carattere generale e non hanno come scopo quello di fornire raccomandazioni personalizzate riguardo una o più operazioni relative ad un determinato strumento finanziario. Nessuna opinione espressa riguardante investimenti o strategie di investimento può pertanto considerarsi adeguata alle caratteristiche di una specifica persona in merito alla sua conoscenza ed esperienza del trading online, dei CFD e del Forex, alla sua situazione finanziaria e ai suoi obiettivi di investimento. Le informazioni riguardanti le passate performance di un investimento o di una strategia di investimento non garantiscono e non sono indicative di future performance.