Il dollaro è sotto pressione di vendita prima dei verbali della riunione del FOMC di stasera che potrebbero mostrare ulteriori indizi sul processo di normalizzazione del bilancio della Fed.

L'informazione è fondamentale per confermare la speculazione del mercato di una pausa o una riduzione del ritmo di contrazione del bilancio, che presenta  circa 50 miliardi di dollari di obbligazioni che scadono mensilmente.

Il bilancio della Federal Reserve si è ridotto dal suo picco di 4,5 trilioni di dollari nel 2017 a 4,02 trilioni di dollari al momento, drenando liquidità dall'economia in un'azione implementata per invertire la massiccia espansione del bilancio dopo la crisi dei subprime. Il bilancio della Fed in percentuale del PIL statunitense è sceso dal 26% al 22%, ma è rimasto sostanzialmente più alto rispetto alla sua media storica del 6% prima del 2008. Un approccio più flessibile nella normalizzazione del bilancio fornirà una nuova ondata di segnali accomodanti tra i mercati, spingendo al ribasso il dollaro americano e al rialzo i titoli azionari.

I prezzi dell'oro e del petrolio greggio hanno avuto un rally decente durante la notte, mentre il dollaro è in calo. I prezzi dell'oro sono aumentati dell'1,4% a 1,341 dollari, raggiungendo un massimo di 10 mesi. Mercoledì il mercato di Singapore ha aperto con un rialzo dello 0,5%, generato da SembCorp Marine (+ 5%), SembCorp Industry (+ 2,3%), Keppel Corp (1,5%) e OCBC (+ 1,2%) dal momento che un prezzo del petrolio più alto ha generato ottimismo sulle società del settore oil & gas.

L'indice Straits Times ha superato la resistenza di 3200 punti e ha lo spazio per un ulteriore rialzo verso la zona di resistenza a 3.300-3.350 punti. Anche l'indice di riferimento è salito al di sopra della sua media mobile a 200 giorni (attualmente a 3222), il che suggerisce che si formerà una "gold cross" qualora questa tendenza rialzista continui. Una volta che si formasse una "gold cross", significherebbe il consolidamento della tendenza rialzista a medio-lungo termine. La debolezza del dollaro USA e la politica accomodante delle banche centrali sono catalizzatori positivi per guidare un'ampia ripresa nei mercati azionari asiatici, mentre i capitali tornano verso le economie emergenti alla ricerca di rendimenti.

Fonte di tutti i grafici qui presentati: CMC Markets Piattaforma Next Generation. Performance nette al 20/02/2019

------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Le notizie e i dati riportati sono finalizzati esclusivamente a fornire informazioni di carattere generale e non hanno come scopo quello di fornire raccomandazioni personalizzate riguardo una o più operazioni relative ad un determinato strumento finanziario. Nessuna opinione espressa riguardante investimenti o strategie di investimento può pertanto considerarsi adeguata alle caratteristiche di una specifica persona in merito alla sua conoscenza ed esperienza del trading online, dei  CFD e del Forex, alla sua situazione finanziaria e ai suoi obiettivi di investimento. Le informazioni riguardanti le passate performance di un investimento o di una strategia di investimento non garantiscono e non sono indicative di future performance