Il Dow Jones e l'S&P 500 hanno toccato i massimi storici ieri dato che i timori riguardanti lo stallo commerciale USA-Cina si sono ridotti.

Le tariffe annunciate da entrambe le parti durante la settimana sono state ritenute non così rigide come inizialmente sospettato. Gli Stati Uniti in particolare hanno mostrato moderazione, ma questo è dovuto in parte al fatto che in questo modo l'amministrazione Trump avrà più munizioni nel caso in cui ce ne fosse bisogno. Ora che l'ultimo round di tariffe è in carreggiata, gli investitori sono tornati alla loro routine rialzista.

I mercati azionari in Asia durante la notte sono stati trascinati in rialzo prendendo spunto dall'impulso positivo di Wall Street. L'indice dei prezzi al consumo core giapponese è salito allo 0,9% su base annua, ma rimane ben al di sotto dell'obiettivo del 2% della Banca del Giappone. Le relazioni USA-Cina si sono inasprite un po'  quando Washington ha imposto sanzioni alle forze armate cinesi per l'acquisto di sistemi missilistici e aerei da combattimento dalla Russia.

La sterlina ha avuto un andamento stellare ieri, dopo che il Regno Unito ha riportato cifre di vendita al dettaglio più forti del previsto. Il rapporto di agosto ha mostrato che la crescita è stata dello 0,3% su base mensile, mentre gli economisti si aspettavano un calo dello 0,2%. Il rapporto di luglio è stato rivisto al rialzo allo 0,9%, in rialzo dallo 0,7%, cosa che ha rappresentato un bonus aggiunto. Questi report si collegano con i dati solidi del PIL, della disoccupazione, delle costruzioni e dei salari che abbiamo visto dal Regno Unito nelle ultime settimane. Il rapporto sull'indebitamento netto del settore pubblico nel Regno Unito sarà pubblicato alle 10.30 e gli economisti prevedono un deficit di 2,85 miliardi di sterline, mentre a luglio si è  registrato un avanzo di 2,87 miliardi di sterline.

I colloqui per Brexit continuano e anche se ci sono state alcune notizie contrastanti sullo stato di avanzamento, gli aggiornamenti non sono riusciti a trattenere la sterlina. Come in ogni vertice UE ci sono dozzine di commenti, ma il messaggio non è stato ottimista. La tedesca Angela Merkel ha detto che occorre fare ancora del lavoro, e Theresa May ha mostrato a Bruxelles che intende fare sul serio  mentre si sta preparando per uno scenario “no deal".

In Italia potrebbero esserci turbolenze  politiche in Italia dal momento che Luigi Di Maio, il vice primo ministro, ha minacciato di ritirarsi dal governo di coalizione se non si riuscirà a trovare fondi per attuare alcune delle riforme  chiave promesse dal Movimento Cinque Stelle. C'è stata pressione sul governo di Roma affinché rispetti i limiti di bilancio dell'UE, ma l'onorevole Di Maio vuole ignorare le raccomandazioni e tagliare le tasse e aumentare la spesa pubblica. La battaglia politica in Italia potrebbe far vacillare l'intero settore bancario dell'eurozona.

Stamattina la Francia e la Germania pubblicheranno i report PMI manifatturieri e servizi flash. Alle 9.15 verranno rilasciati i PMI manifatturieri e  servizi francesi e le stime di consenso sono rispettivamente di 53.3 e 55.2. Alle 9:30 verranno annunciati i report di produzione e servizi tedeschi e gli economisti si attendono rispettivamente 55,7 e 55.

Trump ha espresso la sua rabbia per il prezzo del petrolio relativamente alto e ha definito l'OPEC un monopolio iniquo. Il Presidente degli Stati Uniti ha affermato che molti paesi del Medio Oriente dipendono dagli Stati Uniti per la sicurezza e ha affermato che l'alto prezzo del petrolio non è equo. Alla fine, Trump vorrebbe che i paesi della regione aumentassero la produzione al fine di abbassare i prezzi, ma visto che alcune nazioni hanno già raggiunto  la capacità massima , il suo auspicio potrebbe rivelarsi  impossibile.

La Bank of Canada (BoC) tradizionalmente seguono la Federal Reserve e visto che la banca centrale statunitense dovrebbe aumentare i tassi di interesse la prossima settimana, potrebbe scatenare le speculazioni su un possibile rialzo dei tassi dal BoC in ottobre. Alle 14.30 in Canada sarà pubblicato il report sull'inflazione, e gli operatori si attendono un calo dello 0,1% su base mensile, e questo rappresenterebbe un brusco calo rispetto allo 0,5% di luglio. Contestualmente  le vendite al dettaglio dovrebbero riprendersi con un aumento dello 0,4%, da un calo dello 0,2% a giugno.

EUR / USD - nonostante il discreto rimbalzo tra metà e fine agosto, il mercato rimane nella più ampia tendenza al ribasso che è iniziata ad aprile, e finchè resta al di sotto del livello di 1,1750, la sua prospettiva potrebbe rimanere ribassista. 1.1510 potrebbe fungere da supporto e una rottura al di sotto di quel livello potrebbe portare in gioco 1.1300. Se venisse oltrepassato il livello di 1.1750, è possibile scegliere come target 1.1850.

GBP / USD - ha spinto al rialzo da metà agosto, e se potesse mantenersi oltre la soglia di 1.3000, potrebbe arrivare a 1.3200. UNa rottura al ribasso potrebbe portare in gioco 1.2785, e al di sotto di questo livello potrebbe essere trovato supporto a 1.2661.

EUR / GBP - il key reversal sul grafico settimanale e gioranliero che abbiamo visto a fine agosto potrebbe indicare ulteriori perdite e un supporto potrebbe essere trovato a 0,8833 corrispondente alla media mobile a 200 giorni. Se la tendenza al rialzo continuasse, potrebbe raggiungere 0,9100 o 0,9160.

USD / JPY - la tendenza al rialzo iniziata a marzo è ancora intatta e, se la mossa positiva continuasse, potrebbe raggiungere il 112,15 Il supporto potrebbe essere trovato a 109,79 in corrispondenza della media mobile a 200 giorni.

------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Le notizie e i dati riportati sono finalizzati esclusivamente a fornire informazioni di carattere generale e non hanno come scopo quello di fornire raccomandazioni personalizzate riguardo una o più operazioni relative ad un determinato strumento finanziario. Nessuna opinione espressa riguardante investimenti o strategie di investimento può pertanto considerarsi adeguata alle caratteristiche di una specifica persona in merito alla sua conoscenza ed esperienza del trading online, dei cfds">cfds">CFD e del Forex alla sua situazione finanziaria e ai suoi obiettivi di investimento. Le informazioni riguardanti le passate performance di un investimento o di una strategia di investimento non garantiscono e non sono indicative di future performance