I mercati azionari europei sono in rosso questa mattina sulla scia della riunione della Federal Reserve di ieri sera. La banca centrale statunitense non ha escluso altri tre rialzi dei tassi quest'anno, ma allo stesso tempo non è stata eccessivamente ottimista in termini di prospettive di crescita.

Le vendite negli Stati Uniti ieri sera, e  in Asia durante la notte, hanno provocato le vendite in Europa questa mattina. Vale la pena notare che gli indici europei come FTSE, DAX e CAC 40 abbiano raggiunto i massimi degli ultimi, quindi una correzione non è una sorpresa.

Le azioni di Just Eat sono in rialzo stamattina dopo che JP Morgan ha incrementato il suo target di prezzo per il titolo da 656 penny a 775 penny. Ieri, Berenberg ha aumentato il suo target di prezzo a 880 penny da 840 penny. All'inizio di questa settimana, Just Eat ha annunciato risultati impressionanti nel primo trimestre e ha ribadito il suo obiettivo di profitto per l'intero anno. L'azione è aumentata dello 0,3% a 801 penny.

Smith & Nephew ha abbassato le prospettive per l'intero anno dopo che il primo trimestre si è rivelato  un po' debole. La società prevede ora una crescita dei ricavi del 2-3%, rispetto alla precedente guidance del 3-4%. L'amministratore delegato Olivier Bohuon ha descritto la performance del primo trimestre come "contrastata" e ha anche avvertito che mancherà l'obiettivo sui margini di profitto. L'azione è salita di oltre il 16% tra febbraio e maggio, quindi sembrerebbe che gli investitori nutrano grandi speranze per l'update di oggi. L'azione è in calo del 6,4%.

Il dollar index è un po' debole stamattina dopo l'aggiornamento della Fed ieri sera. La banca centrale degli Stati Uniti sembra essere neutrale quando si ha dato indicazioni di politica monetaria, e vedendo che non è stata così aggressiva come speravano i trader, il biglietto verde è calato oggi. I trader sono ancora divisi sul fatto che la Fed aumenterà i tassi due o tre volte quest'anno.

La coppia GBP/USD è scesa dopo che il PMI britannico dei servizi nel mese di aprile è arrivato a 52,8, più debole delle attese degli economisti per una lettura di 53,5, ma superiore ai 51,7 di marzo, che era il dato più basso da luglio 2016.

L'EUR/USD ha perso terreno dopo che sono stati diffusi gli ultimi dati sull'inflazione per la zona euro. La lettura dell'indice dei prezzi al consumo è scesa all'1,2% dall'1,3% e gli economisti si aspettavano un 1,3%. Alle 14.30 verranno pubblicate le ultime richieste di disoccupazione negli Stati Uniti, e il consenso è di una lettura di 225.000, che sarebbe superiore al precedente rapporto di 209.000.

Ci aspettiamo che il Dow Jones apra in rialzo di  16 punti a 23.940 e lo S&P 500 in rialzo di 2 punti a 2637.

 

 

Fonte di tutti i grafici qui presentati: CMC Markets Piattaforma Next Generation Performance nette al 03/05/2018

---------------------------------------------------------------------------------------------------------

Le notizie e i dati riportati sono finalizzati esclusivamente a fornire informazioni di carattere generale e non hanno come scopo quello di fornire raccomandazioni personalizzate riguardo una o più operazioni relative ad un determinato strumento finanziario. Nessuna opinione espressa riguardante investimenti o strategie di investimento può pertanto considerarsi adeguata alle caratteristiche di una specifica persona in merito alla sua conoscenza ed esperienza del trading online, dei CFD e del Forex, alla sua situazione finanziaria e ai suoi obiettivi di investimento. Le informazioni riguardanti le passate performance di un investimento o di una strategia di investimento non garantiscono e non sono indicative di future performance.