Sono contrastati i mercati asiatici durante la seconda giornata di colloqui a medio livello fra le due delegazioni cinese e americana sulla guerra dei dazi. Il profit warning di Samsung segue di pochi giorni quello del principale concorrente Apple. Il Nikkei chiude a +0,82%, aiutato da +5% del colosso Softbank. Alle ore 7:30 italiane Hong Kong è piatta e Shanghai cede lo 0,21%. Potrebbero essere interpretate positivamente le parole del ministro degli affari americano Wilbur Ross "Penso che ci siano ottime possibilità di ottenere un'intesa ragionevole con cui la Cina possa convivere e che affronti tutte le questioni chiave". Durante i negoziati i rappresentanti commerciali di Washington stanno cercando di fare in modo che vengano rispettate alcune delle grandi offerte fatte da parte della leadership cinese. Per esempio, più acquisti di beni e servizi statunitensi, aumento dell'accesso americano ai mercati cinesi, migliore protezione della proprietà intellettuale degli Stati Uniti e riduzioni delle sovvenzioni di Pechino alle imprese.

L'amministrazione Trump starebbe quindi puntando a mantenere i dazi per 250 miliardi di dollari sulle importazioni cinesi finché la controparte non attuerà le promesse.

E nel frattempo è emerso che, mentre l'economia cinese sta rallentando la corsa, il rendimento dei bond governativi è sceso ai minimi degli ultimi due anni. Lo yield del titolo di Stato a 10 anni è sceso al 3,14%, il minimo da gennaio 2017.

Oro in flessione dello 0,36% a 1.285,3 dollari per oncia, petrolio Wti americano in calo dello 0,12% a 48,46 dollari il barile

Fonte di tutti i grafici qui presentati: CMC Markets Piattaforma Next Generation. Performance nette al 08/01/2019

---------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Le notizie e i dati riportati sono finalizzati esclusivamente a fornire informazioni di carattere generale e non hanno come scopo quello di fornire raccomandazioni personalizzate riguardo una o più operazioni relative ad un determinato strumento finanziario. Nessuna opinione espressa riguardante investimenti o strategie di investimento può pertanto considerarsi adeguata alle caratteristiche di una specifica persona in merito alla sua conoscenza ed esperienza del trading online, dei CFD e del Forex, alla sua situazione finanziaria e ai suoi obiettivi di investimento. Le informazioni riguardanti le passate performance di un investimento o di una strategia di investimento non garantiscono e non sono indicative di future performance.