Continua la risalita del dollaro americano, che ha toccato il massimo delle ultime sette settimane, soprattutto grazie ai buoni dati macroeconomici pubblicati nelle ultime settimane, che hanno mostrato una buona tenuta nonostante la difficile stagione metereologica caratterizzata da una serie di uragani che hanno colpito Florida e Texas. Secondo gli operatori di mercato l’aumento dei tassi d’interesse da parte della Fed per la riunione di dicembre è da considerare come cosa fatta, come dimostrano anche l’andamento dei fed funds, i quali prezzano l’aumento dei tassi per dicembre con una probabilità dell’87%. In particolare nella giornata di ieri l’indice dell’attività dei servizi ha raggiunto il suo massimo dal 2005. Vedremo se il dato di oggi relativo ai non farmpayroll confermerà questa tendenza.

Continua la discesa del dollaro australiano, sulla scia di quanto accaduto nei giorni scorsi, con una perdita dello 0.7%. Ieri Ian Harper, membro del board della Reserve Bank of Canada ha dichiarato al Wall Street Journal che c’è preoccupazione in merito alla scarsa crescita dei salari e si sono diffuse voci di un possibile taglio dei tassi nelle prossime riunioni.

Debole anche la sterlina, che ha toccato i minimi dell’ultimo mesi con un’ulteriore perdita dello 0.8%, dopo che si sono diffuse voci di una possibile sostituzione di Theresa May auspicata da alcuni parlamentari conservatori, soprattutto dopo la tragicomica conferenza stampa di ieri, in cui il primo ministro è stato interrotto da un comico. 

Ieri c’è stata anche la pubblicazione dei verbali dell’ultima riunione della BCE, da cui emerge l’intenzione da parte del board di ridurre il piano di acquisti di bond, annuncio che potrebbe esserci già dalla prossima riunione del 26 ottobre, nonostante una certa preoccupazione per l’andamento di salari ed inflazione, anche se c’è divisione sulla tempistica dell’intervento.

Fonte di tutti i grafici qui presentati: CMC Markets Piattaforma Next Generation. Performance nette al 27/09/2017

------------------------------------------------------------

Le notizie e i dati riportati sono finalizzati esclusivamente a fornire informazioni di carattere generale e non hanno come scopo quello di fornire raccomandazioni personalizzate riguardo una o più operazioni relative ad un determinato strumento finanziario. Nessuna opinione espressa riguardante investimenti o strategie di investimento può pertanto considerarsi adeguata alle caratteristiche di una specifica persona in merito alla sua conoscenza ed esperienza del trading online, dei cfds">cfds">cfds">cfds">CFD e del Forex, alla sua situazione finanziaria e ai suoi obiettivi di investimento. Le informazioni riguardanti le passate performance di un investimento o di una strategia di investimento non garantiscono e non sono indicative di future performance.