Aleggia sempre molta confusione circa i prossimi passi della banca centrale americana: Dennis Lockhart, presidente della Fed di Atlanta, ha affermato che le condizioni economiche statunitensi sono forti, ma che al momento i dati offrono un quadro confuso in vista del meeting di politica monetaria di giugno. "L'economia ci sta lanciando segnali contrastanti e i dati sono di una qualita' poco chiara". Commentando le stime sul Pil Usa del primo trimestre dell'anno (+0,5%), Lockhart ha sostenuto che rappresentano "una crescita debole". D'altra parte John Williams, presidente della Fed di San Francisco, ha usato invece parole meno accomodanti, ribadendo che la Federal Reserve riuscira' ad alzare i tassi quest'anno nonostante i primi tre mesi dell'anno abbiano deluso. Per Williams la crescita del primo trimestre e' stata frenata da fattori stagionali, cosi' come altri indicatori quali la spesa per consumi. Per il banchiere i dati piu' importanti sono il tasso di disoccupazione e la crescita del lavoro, che mostrano un'economia vicina alla piena occupazione. --------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------- Le notizie e i dati riportati sono finalizzati esclusivamente a fornire informazioni di carattere generale e non hanno come scopo quello di fornire raccomandazioni personalizzate riguardo una o più operazioni relative ad un determinato strumento finanziario. Nessuna opinione espressa riguardante investimenti o strategie di investimento può pertanto considerarsi adeguata alle caratteristiche di una specifica persona in merito alla sua conoscenza ed esperienza del trading online, dei CFD e del Forex, alla sua situazione finanziaria e ai suoi obiettivi di investimento. Le informazioni riguardanti le passate performance di un investimento o di una strategia di investimento non garantiscono e non sono indicative di future performance.