Oggi potrebbe essere una giornata decisiva per il Regno Unito e per la “Brexit”. C'è attesa anche per il verdetto sui tassi di Banca d'Inghilterra, che pubblicherà pure il rapporto relativo all'inflazione. L'Istituto centrale non dovrebbe apportare modifiche alla propria politica monetaria, nonostante il rallentamento del ritmo di crescita, imputato all'incertezza temporanea legata al referendum sulla permanenza del Regno Unito nell'Unione europea, in agenda il 23 giugno. Se il voto popolare dovesse sancire l'uscita dall'Ue, la BoE probabilmente cercherà di limitare il conseguente shock sull'economia, tagliando i tassi e aumentando l'importo del quantitative easing. Alcuni numeri possono far capire la “forbice” di risultati tra una uscita e una non uscita del regno Unito in Europa. Il pil va in contrazione del 1 5 nel 2017 e del 2,3 % nel 2018 in caso di uscita; il Pil sale del 2 % nel 2017 e del 2,7 % nel 2018 in caso di permanenza --------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------- Le notizie e i dati riportati sono finalizzati esclusivamente a fornire informazioni di carattere generale e non hanno come scopo quello di fornire raccomandazioni personalizzate riguardo una o più operazioni relative ad un determinato strumento finanziario. Nessuna opinione espressa riguardante investimenti o strategie di investimento può pertanto considerarsi adeguata alle caratteristiche di una specifica persona in merito alla sua conoscenza ed esperienza del trading online, dei CFD e del Forex, alla sua situazione finanziaria e ai suoi obiettivi di investimento. Le informazioni riguardanti le passate performance di un investimento o di una strategia di investimento non garantiscono e non sono indicative di future performance.