Il 66% di conti di investitori al dettaglio perdono denaro a causa delle negoziazioni in CFD con questo fornitore.. Valuta se comprendi il funzionamento dei CFD e se puoi permetterti di correre questo alto rischio di perdere il tuo denaro.

Calendario settimanale 26 febbraio

  • Primi impegni ufficiali per Jerome Powell
  • Inflazione PCE (personal income e consumer spending) negli USA
  • Stime flash inflazione per l’eurozona
  • Dati PMI per Regno Unito e Cina

Il principale evento per la settimana sarà rappresentato dalla audizioni di Jerome Powell al Senato e alla Camera in programma per martedì e mercoledì, che dovrebbero fare ulteriore chiarezza sulle prossime mosse della Federal Reserve. Dopo la pubblicazione dei verbali della riunione di febbraio, gli operatori di mercato hanno iniziato a prendere in considerazione l’ipotesi di quattro rialzi dei tassi per il 2018. Intanto le probabilità di un aumento in occasione della riunione di marzo sono molto alte e il dollar index sta cercando un rimbalzo, dopo aver toccato nelle scorse settimane i minimi degli ultimi tre anni.

Giovedì alle 14.00 sempre per gli Stati Uniti avremo i dati relativi alla spesa personale e all’inflazione legata a questi consumi, una metrica attentamente seguita dalla Fed per le sue decisioni di politica monetaria, per la quale è attesa un aumento dell’1.5% su base annua. Mercoledì avremo invece il dato relativo al Pil americano, da cui è atteso un aumento del 2.6%.

In settimana non avremo solo il dato relativo al Pil Usa, ma ci sarà anche la pubblicazione del Pil di molti dei principali paesi sviluppati, di cui riportiamo di seguito l’elenco:

  • Mercoledì 28 febbraio, ore 8:45: Pil Francia trimestrale (atteso +0,6%, precedente +0.5%);
  • Mercoledì 28 febbraio, ore 9:30: Pil Svezia annuale (atteso +3.3%, precedente +2.9%);
  • Giovedì 1 marzo, ore 7:45: Pil Svizzera annuale (atteso +1.8%, precedente +1.2%);
  • Venerdì 2 marzo ore 10: Pil Italia annuale (atteso +1.6%, precedente +1.7%);
  • Venerdì 2 marzo ore 14:30: Pil Canada annuale (atteso +2%, precedente +1.7%).

Da evidenziare anche la pubblicazione dei dati sull’inflazione per l’eurozona, che saranno decisivi per l’orientamento delle decisioni della BCE in occasione della prossima riunione dell’8 marzo. Martedì alle 14 ci sarà il dato per la Germania, mentre mercoledì alle 11:00 sarà la volta dell’Italia e dell’Eurozona.

Fonte di tutti i grafici qui presentati: CMC Markets Piattaforma Next Generation. Performance nette al 26/02/2018

---------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Le notizie e i dati riportati sono finalizzati esclusivamente a fornire informazioni di carattere generale e non hanno come scopo quello di fornire raccomandazioni personalizzate riguardo una o più operazioni relative ad un determinato strumento finanziario Nessuna opinione espressa riguardante investimenti o strategie di investimento può pertanto considerarsi adeguata alle caratteristiche di una specifica persona in merito alla sua conoscenza ed esperienza del trading online, dei CFD e del Forex, alla sua situazione finanziaria e ai suoi obiettivi di investimento. Le informazioni riguardanti le passate performance di un investimento o di una strategia di investimento non garantiscono e non sono indicative di future performance.


CMC Markets è un fornitore di servizi di sola esecuzione. Queste informazioni (che contengano o meno opinioni) hanno solo scopo informativo e non tengono conto delle circostanze o degli obiettivi personali dell'utente. Nessuna delle informazioni contenute in questo documento è (o dovrebbe essere considerata) una consulenza finanziaria, di investimento o di altro tipo su cui si può fare affidamento. Nulla nei documenti costituisce una raccomandazione da parte di CMC Markets o dell'autore secondo cui un particolare investimento, titolo, transazione o strategia d'investimento sia adatto a una particolare persona. I materiali non sono stati preparati in conformità con i requisiti di legge volti a promuovere l'indipendenza della ricerca di mercato degli investimenti. Sebbene non sia espressamente vietato a noi trattare prima di fornire questo materiale, non cerchiamo di trarne profitto prima della sua diffusione.

I CFD sono strumenti complessi e presentano un rischio significativo di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. Il 72% di conti di investitori al dettaglio perdono denaro a causa delle negoziazioni in CFD con questo fornitore. Valuta se comprendi il funzionamento dei CFD e se puoi permetterti di correre questo alto rischio di perdere il tuo denaro.