In campo politico si fa più profonda la crisi catalana. Il Senato spagnolo già oggi dovrebbe approvare l'articolo 155, che sottrarrebbe a Barcellona, almeno temporaneamente, l'autonomia. Sempre oggi, il Parlamento catalano dovrebbe votare l'indipendenza. L'euro resta debole sul dollaro, colpito dai toni accomodanti di Draghi e dall'estensione di 9 mesi del quantitative easing, che ha ridotto le chance di un rialzo dei tassi nel 2018. La valuta unica scivola a 1,1623 dollari da 1,1650 dollari della precedente chiusura, dopo aver toccato quota 1,1625 dollari, minimo dal 26 luglio. Invece l'euro è poco mosso sullo yen a 132,78 da 132,77 della precedente chiusura e il biglietto verde è in lieve rialzo sulla valuta giapponese a 114,229 da 113,97 dell'ultima chiusura. Nel comparto oil, il prezzo del Brent ieri sui massimi degli ultimi due anni (oggi è stabile a quota 59,27 dollari al barile) dopo che il principe ereditario dell'Arabia Saudita, Mohammed bin Salman, si è dichiarato ieri pienamente a favore di una estensione dell'accordo sulla produzione in scadenza a marzo 2018. In Asia, l’indice Nikkei ha terminato con un progresso dell’1,24% sfondando la soglia dei 22.000 punti a 22.008,45 punti, sopra quota 21.968,75, il massimo da metà 1996.

Fonte di tutti i grafici qui presentati: CMC Markets Piattaforma Next Generation. Performance nette al 27/10/2017

---------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Le notizie e i dati riportati sono finalizzati esclusivamente a fornire informazioni di carattere generale e non hanno come scopo quello di fornire raccomandazioni personalizzate riguardo una o più operazioni relative ad un determinato strumento finanziario. Nessuna opinione espressa riguardante investimenti o strategie di investimento può pertanto considerarsi adeguata alle caratteristiche di una specifica persona in merito alla sua conoscenza ed esperienza del trading online, dei CFD e del Forex, alla sua situazione finanziaria e ai suoi obiettivi di investimento. Le informazioni riguardanti le passate performance di un investimento o di una strategia di investimento non garantiscono e non sono indicative di future performance.