Ieri sera anche le borse americane hanno chiuso in territorio positivo grazie alle buone trimestrali. A Wall Street il Dow Jones è tornato in positivo da inizio 2018 ed è salito dello 0,87%, l'S&P 500 dell'1,07% e il Nasdaq Composite dell'1,74%. In Giappone il Nikkei ha chiuso in rialzo dell'1,4% ma i listini cinesi continuano a faticare per via dei timori legati allo scontro commerciale con gli Stati Uniti e allo stato di salute dell'economia di Pechino. Il dollaro ha consolidato, durante la seduta asiatica, i guadagni registrati ieri in scia ai buoni dati macroeconomici Usa e a quelli, invece deboli, della Germania. Il Wsj Dollar Index, che confronta il biglietto verde con altre sedici valute, tratta in rialzo dello 0,1%. Oro in flessione dello 0,28% a 1.345,8 dollari per oncia, petrolio Wti americano in guadagno dello 0,78% a 67,04 dollari il barile. Sul fronte macro focus sugli ordini all'industria e sul fatturato industriale di febbraio in Italia (ore 10:00), sull'inflazione di marzo in Gran Bretagna (10:30) e sull'inflazione di marzo finale della zona euro (11:00). Negli Usa in agenda l'indice settimanale richieste mutui (13:00) e il dato sulle scorte settimanali di petrolio. Alle 16:00 ci sarà la decisione sui tassi della Banca centrale canadese e alle 20:00 è prevista la pubblicazione del Beige Book della Fed.

 

Fonte di tutti i grafici qui presentati: CMC Markets Piattaforma Next Generation. Performance nette al 18/04/2018

---------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Le notizie e i dati riportati sono finalizzati esclusivamente a fornire informazioni di carattere generale e non hanno come scopo quello di fornire raccomandazioni personalizzate riguardo una o più operazioni relative ad un determinato strumento finanziario. Nessuna opinione espressa riguardante investimenti o strategie di investimento può pertanto considerarsi adeguata alle caratteristiche di una specifica persona in merito alla sua conoscenza ed esperienza del trading online, dei CFD e del Forex, alla sua situazione finanziaria e ai suoi obiettivi di investimento. Le informazioni riguardanti le passate performance di un investimento o di una strategia di investimento non garantiscono e non sono indicative di future performance.