I mercati azionari europei sono incerti questa mattina in vista della riunione della Banca centrale europea (BCE) questo pomeriggio.

Gli investitori sono ancora un po 'preoccupati per l'aumento dei rendimenti obbligazionari, in quanto offrono un'alternativa interessante alle azioni. È probabile che la volatilità sarà bassa nel periodo precedente all'aggiornamento della BCE.

Barclays ha pubblicato un utile prima delle imposte migliore del previsto per il primo trimestre, ma una multa del Dipartimento di Giustizia degli Stati Uniti (DoJ) ha mandato in rosso i conti. I profitti ammontavano a 1,7 miliardi di sterline, con analisti che si aspettavano 1,4 miliardi di sterline. La banca ha stanziato 400 milioni di sterline per la vendita improria di un'assicurazione di protezione dei pagamenti e ha subito un colpo da 1,4 miliardi di sterline a causa della sanzione del DoJ in relazione alla crisi dei mutui tossici. Il livello del Common Equity Tier (CET1) è sceso al 12,7% dal 13,3%, il che suggerisce uno stato patrimoniale meno forte, ma in parte dovuto all'enorme ammenda del DoJ. Il titolo ha avuto una tendenza al rialzo da novembre e potrebbe continuare ad avere come target 220 penny.

Le azioni della Royal Dutch Shell sono state colpite da prese di profitto dopo che la società ha registrato il miglior profitto trimestrale in oltre tre anni. Il colosso petrolifero ha dichiarato che l'utile del primo trimestre è salito del 42%, gazie a prezzi più elevati e a livelli di produzione che hanno alimentato i forti guadagni. Il titolo è in calo rispetto a questa mattina, ma molte delle buone notizie erano già scontate. All'inizio di questa settimana il titolo era scambiato sopra 2.600 penny, lo stesso livello in cui era quando il mercato petrolifero sottostante era al di sopra dei 100 $ al barile nel 2014.

Deutsche Bank ha rivelato un calo considerevole degli utili e ha mancato le aspettative. L'utile del primo trimestre è sceso del 79% a 120 milioni di euro, mentre il consenso era di 376 milioni. I ricavi da gestione patrimoniale, corporate e investment banking sono stati tutti in calo. La banca ha ribadito i suoi piani per ridurre le dimensioni dell'organizzazione e tagliare l'organico. L'azione è in leggero rialzo stamattina, ma all'inizio del mese era sui minimi di 17 mesi, il che evidenzia un sentiment negativo.

La coppia EUR / USD è al di sopra del minimo a sei settimane dal momento che la ricopertura di posizioni corte ha sostenuto la coppia di valute. La relazione sulla fiducia dei consumatori della tedesca GfK è stata leggermente superiore alle stime e ciò ha aiutato la moneta unica. La lettura è stata di 10,9, mentre gli economisti si aspettavano 10,8, e questo si è aggiunto alla movimento rialzista dell'euro.

Alle 13.45 verrà resa nota la decisione della BCE sui tassi di interesse,anche se gli operatori non si aspettano molto dalla riunione. La conferenza stampa alle 14.30 avrà maggiore attenzione. La moneta unica ha perso terreno di recente, e visto che un euro più debole aiuta l'eurozona in termini di esportazioni, Mario Draghi, il capo della BCE, preferirebbe mantenere la valuta debole.

Ci aspettiamo che il Dow Jones apra con un rialzo di 17 punti a 24100, mentre lo S&P dovrebbe aprire con un rialzo di 5 punti.

Fonte di tutti i grafici qui presentati: CMC Markets Piattaforma Next Generation Performance nette al 26/04/2018

---------------------------------------------------------------------------------------------------------

Le notizie e i dati riportati sono finalizzati esclusivamente a fornire informazioni di carattere generale e non hanno come scopo quello di fornire raccomandazioni personalizzate riguardo una o più operazioni relative ad un determinato strumento finanziario. Nessuna opinione espressa riguardante investimenti o strategie di investimento può pertanto considerarsi adeguata alle caratteristiche di una specifica persona in merito alla sua conoscenza ed esperienza del trading online, dei cfds">cfds">CFD e del Forex, alla sua situazione finanziaria e ai suoi obiettivi di investimento. Le informazioni riguardanti le passate performance di un investimento o di una strategia di investimento non garantiscono e non sono indicative di future performance.