A meno di 24 ore dopo la migliore seduta degli ultimi due mesi, l'indice S & P500 ha frenato bruscamente seguendo l’andamento degli indici americani, nonostante l’andamento del prezzo del greggio continui a registrare rialzi. Il petrolio resta una tra le materie prime che vantano i maggiori rialzi quest’anno, con i futures sul WTI e sul Brent che hanno guadagnato oltre il 25% da inizio anno. Gli indici americani, trascinati al ribasso dai dati macro e dalle trimestrali che denotano debolezza sui consumi retail, non hanno depresso questa mattina i mercati europei, che dopo un’apertura in rosso, sono riusciti a trovare il giusto spunto per tornare positivi. L’attenzione dei mercati è orientata oggi verso i movimenti della sterlina, in quanto la Banca d'Inghilterra si riunisce oggi per la decisione sui tassi, attesi invariati, e c’è attesa per il dato sull’inflazione trimestrale. L’attenzione non verterà sulla politica monetaria ma piuttosto sulle prospettive di crescita, attesa in rallentamento, e sull’inflazione, attesa invece al rialzo, oltre ovviamente al referendum di Giugno. La BOE sta cercando di calmare i mercati, puntando su un abbassamento della volatilità che rischia di decollare in prossimità del referendum di Giugno. Il cancelliere George Osborne ha ammesso ieri che il Tesoro sta preparando piani di emergenza per la possibile instabilità dei mercati. --------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------- Le notizie e i dati riportati sono finalizzati esclusivamente a fornire informazioni di carattere generale e non hanno come scopo quello di fornire raccomandazioni personalizzate riguardo una o più operazioni relative ad un determinato strumento finanziario. Nessuna opinione espressa riguardante investimenti o strategie di investimento può pertanto considerarsi adeguata alle caratteristiche di una specifica persona in merito alla sua conoscenza ed esperienza del trading online, dei CFD e del Forex, alla sua situazione finanziaria e ai suoi obiettivi di investimento. Le informazioni riguardanti le passate performance di un investimento o di una strategia di investimento non garantiscono e non sono indicative di future performance.