I mercati azionari hanno invertito la rotta dopo le forti vendite di ieri. I trader si accontentano di comprare titoli relativamente a buon mercato, ma la volatilità potrebbe essere bassa nel periodo precedente alla pubblicazione dei non farm payroll.

Acquisti per le azioni RBS dopo che la società ha dichiarato un dividendo di 2 pence, ma il pagamento dipende dalla transazione con il Dipartimento di Giustizia degli Stati Uniti (DoJ). Il dividendo sarà il primo in un decennio e sottolinea la forza della banca. Il governo del Regno Unito è l'azionista di maggioranza della banca e il dividendo andrà in piccola parte a ricompensare le decine di miliardi che sono stati versati alla banca durante la crisi creditiza. L'utile al lordo delle imposte del secondo trimestre è sceso del 51% a 613 milioni di sterline, ma la banca ha accantonato 1,04 miliardi di sterline in relazione alla sanzione del DoJ. Il Common Equity Tier 1 ratio è ora pari al 16,1%, considerando il pagamento al DoJ. Il bilancio della banca è stato rafforzato negli ultimi anni, e ciò sta anche migliorando il sentiment degli investitori. Il titolo ha spinto in rialzo da giugno 2016, e se il trend rialzista continuasse, potrebbe arrivare a 300 pence.

Le azioni di William Hill sono in rosso dopo che la compagnia ha subito una perdita prima delle imposte di 820 milioni di sterline, contro un utile di 93 milioni di sterline nello stesso periodo dell'anno scorso. La società ha citato un onere eccezionale di 883 milioni di sterline relativo al blocco del governo sulle scommesse a quota fissa. L'azienda ha affermato che la decisione del governo di ridurre notevolmente la puntata massima sulle scommesse a quota fissa avrà "conseguenze a lungo termine" per il settore. La Coppa del Mondo ha dato all'azienda una spinta in quanto le entrate sono aumentate del 3%. La società ha registrato un aumento dell'11% nella crescita delle vendite, mentre i negozi hanno registrato un calo del 3%. L'azione è in discesa da gennaio e se il trend negativo proseguisse potrebbe raggiungere 250p.

Le azioni di Pets at Home sono salite oggi dopo che la compagnia ha rivelato un solido insieme di dati per il primo semestre. Le entrate sono aumentate dell'8,1%. I ricavi al dettaglio e i ricavi dei servizi veterinari in negozio sono aumentati rispettivamente del 6,9% e del 18,4%. Il gruppo ha tagliato i prezzi per attirare nuovi clienti e la mossa ha chiaramente funzionato.

EUR/USD è in ribasso a causa di dati di servizi deludenti provenienti da Spagna, Italia, Francia e Germania.

GBP / USD è in calo questa mattina dopo che Mark Carney, governatore della Banca d'Inghilterra, ha accennato a un rialzo dei tassi di interesse all'anno. Il rapporto PMI dei servizi del Regno Unito per luglio è stato di 53,5, in calo rispetto ai 55,1 di giugno.
  
Le azioni di AIG saranno al centro dell' attenzione oggi dopo che la società ha pubblicato risultati deludenti nel secondo trimestre. Gli utili per azione sono stati di 1,05 dollari, mentre gli analisti si aspettavano 1,21 dollari.

Alle 14.30 verranno pubblicati gli ultimi dati sul mercato del lavoro USA. La stima di consenso è di 190.000 nuovi posti di lavoro con disoccupazione in diminuzione al 3,9% e si prevede che la cresita dei salari medi su base annua rimanga al 2,7%.

Fonte di tutti i grafici qui presentati: CMC Markets Piattaforma Next Generation. Performance nette al 03/08/2018

-----------------------------------------------------------------------------------------

Le notizie e i dati riportati sono finalizzati esclusivamente a fornire informazioni di carattere generale e non hanno come scopo quello di fornire raccomandazioni personalizzate riguardo una o più operazioni relative ad un determinato strumento finanziario. Nessuna opinione espressa riguardante investimenti o strategie di investimento può pertanto considerarsi adeguata alle caratteristiche di una specifica persona in merito alla sua conoscenza ed esperienza del trading online, dei CFD e del Forex, alla sua situazione finanziaria e ai suoi obiettivi di investimento. Le informazioni riguardanti le passate performance di un investimento o di una strategia di investimento non garantiscono e non sono indicative di future performance.