Europa

Gli indici azionari sembrano destinati a chiudere in rialzo la giornata anche se persistono problemi di natura commerciale.

Si è trattato di un un cambiamento notevole visto che stamattina i principali indici erano in rosso e gli operatori sembrano essersi scrollati di dosso il sentiment negativo.

Le tensioni tra Stati Uniti e Cina, Stati Uniti e Messico sono ancora alte - il massimo che hanno raggiunto recentemente, quindi la mossa di oggi potrebbe rivelarsi un rimbalzo di alleggerimento, mentre lo stallo politico persiste.

Il presidente Tump ha dato il via alla sua visita nel Regno Unito e alcuni trader terranno un orecchio per eventuali commenti sul futuro delle relazioni tra Regno Unito e Stati Uniti e alcuni operatori sono nervosi perché il presidente degli Stati Uniti potrebbe applicare la sua dura tattica alla Gran Bretagna.

Kier Group ha avvertito che l'utile operativo sottostante sarà inferiore di 25 milioni di sterline rispetto alle vecchie linee guida e ha avvertito anche in merito alla sua posizione debitoria. Il gruppo di costruzione si è lamentato delle "pressioni sui volumi". Il settore nel suo insieme ha trovato difficoltà negli ultimi anni, in quanto è stata una corsa al ribasso in termini di offerte per i contratti e molte aziende si sono allargate troppo poco. Data l'enorme calo del prezzo delle azioni oggi, la società potrebbe voler prendere in considerazione una revisione delle sue attività e la fiducia degli investitori rimarrà probabilmente bassa a medio termine.

Infineon ha confermato che prenderà il controllo di Cpyress Semiconductor per 9 miliardi di euro. Le azioni di Infineon hanno faticato di recente dato che il management ha ridotto le previsioni su entrate e su utili a marzo e le difficoltà di Huawei negli Stati Uniti hanno danneggiato molte aziende nel settore. Il gruppo quotato in Germania prevede di ridurre i costi di 180 milioni di euro all'anno fino al 2022. Alla luce della volatilità del settore, è probabile che eventuali singhiozzi nell'acquisizione o un'ulteriore riduzione della guidance finiscano per colpire duramente le azioni.

Le azioni Metro Bank sono in rosso oggi dopo che nel fine settimana è stato riferito che il gruppo ha smesso di emettere prestiti per immobili commerciali e che il dipartimento conta per circa un terzo del portafoglio prestiti della banca. Sembra che la banca stia assumendo meno rischi e questo arriva in un momento in cui la banca è indagata per presunta frode sui titoli. Il mese scorso, il gruppo ha riportato risultati deludenti in quanto l'utile netto si è dimezzato e il margine di interesse netto è diminuito. Il prezzo delle azioni è stato debole di recente e ciò suggerisce che i trader sono ancora diffidenti nei confronti del gruppo.

Stati Uniti

Il NASDAQ è saldamente in rosso dal momento che la controllante di Google, Alphabet è in ribasso per la seduta nella misura in cui si vociferando che l'azienda sia destinata ad finire sotto investigazione in una indagine antitrust.

Il settore tecnologico rimane sulla linea di fuoco della disputa commerciale tra Stati Uniti e Cina e anche questo è un fattore che contribuisce.

Il più ampio indice S&P 500 sta mostrando guadagni minimi grazie a ricoperture di posizioni short sulla scia del recente sell-off.

Le azioni di Alphabet sono state finite nel mirino dal momento che il Dipartimento di Giustizia (DoJ) si starebbe preparando ad un'indagine antitrust sul motore di ricerca Google. È stato riferito che l'ente governativo analizzerà il motore di ricerca e ci sono indiscrezioni secondo cui anche le pratiche pubblicitarie dell'azienda finiranno sotto ispezione.

Le azioni di Facebook sono in ribasso per  timori di più stringenti regolamentazioni.

Le azioni di Fedex sono in ribasso oggi dopo che la Cina l'ha accusata di deviare intenzionalmente spedizioni destinate agli uffici di Huawei in Cina verso gli Stati Uniti. Il governo cinese sta indagando sulla questione, e dato che Huawei è ora al centro della disputa commerciale USA-Cina, Fedex potrebbe essere inghiottita a sua volta nella guerra commerciale. La società di consegna pacchi degli Stati Uniti afferma che si è trattato di un errore, mentre Pechino ha detto che accolgono le imprese straniere in Cina purché rispettino la legge.

Il dato finale PMI manifatturiero per maggio è stato pari a 50,5, una leggera discesa rispetto alla lettura inizialmente debole di 50,6. L'aggiornamento di produzione ISM si è attestato a 52,1, ed è stata la lettura più bassa dalla fine del 2016.

Forex

C'è stato un ampio sell-off  del dollar index, dato che le preoccupazioni sul raffreddamento dell'economia e la trattativa commerciale con la Cina hanno finito per colpire la valuta.

EUR/USD è stato sostenuto dalla debolezza del dollaro. I principali paesi della zona euro hanno pubblicato i loro rapporti finali sul PMI manifatturiero per maggio, e gli aggiornamenti sono stati deboli. Il PMI manifatturiero italiano rimane in territorio di contrazione poiché la lettura è stata di 49,7, mentre i dati da Francia e Germania si sono attestati rispettivamente a 50,6 e 44,4: entrambe raggiungendo le previsioni.

GBP/USD è in leggero rialzo anche se il rapporto PMI manifatturiero del Regno Unito per maggio è stato di 49,4 - il primo mese di contrazione dal momento del referendum sulla permanenza nell'UE. All'inizio del 2019, il settore manifatturiero ha avuto una buona crescita, ma ci sono state ipotesi sul fatto che si sono aumentate le scorte in vista dell'uscita del Regno Unito dall'UE a marzo, e ora sembra che sia venuta meno questa dinamica.

Materie Prime

Il WTI e il Brent sono in rialzo oggi dopo che l'Arabia Saudita ha suggerito che l'OPEC e i suoi alleati potrebbero spingere per mantenere i limiti di produzione in atto. Considerando quanto petrolio sia calato nelle ultime settimane alla luce del sell-off legato alla guerra commerciale, oggi il mercato dell'energia ha visto alcuni cacciatori di affari in gioco.

L'oro ha esteso i suoi guadagni: l'atteggiamento di rick off dei trader ha portato il metallo al suo massimo livello da fine marzo. Il metallo prezioso si sta avvantaggiando anche della debolezza del dollaro e la relazione inversa tra i due mercati continua ad essere forte. Una rottura sopra 1,324 dollari, potrebbe mettere il livello di 1,340 nel radar.

Fonte di tutti i grafici qui presentati: CMC Markets Piattaforma Next Generation. Performance nette al 03/06/2019

----------------------------------

Le notizie e i dati riportati sono finalizzati esclusivamente a fornire informazioni di carattere generale e non hanno come scopo quello di fornire raccomandazioni personalizzate riguardo una o più operazioni relative ad un determinato strumento finanziario. Nessuna opinione espressa riguardante investimenti o strategie di investimento può pertanto considerarsi adeguata alle caratteristiche di una specifica persona in merito alla sua conoscenza ed esperienza del trading online, dei CFD e del Forex, alla sua situazione finanziaria e ai suoi obiettivi di investimento. Le informazioni riguardanti le passate performance di un investimento o di una strategia di investimento non garantiscono e non sono indicative di future performance.