Con la stagione delle trimestrali che ha preso il via negli Usa, questa settimana l'attenzione degli investitori si focalizzerà sui Pmi dell'Eurozona, in pubblicazione venerdì, per valutare l'andamento della ripresa del Vecchio Continente. Nel frattempo gli investitori guardano con attenzione sia alle elezioni presidenziali che si terranno in Francia (quasi certamente ci vorranno due turni per stabilire il vincitore; per gli strategist di JP Morgan le chance di vittoria del candidato centrista Emmanuel Macron sono decisamente più alte di quelle dei rivali diretti), sia alle tensioni tra la Corea del Nord e gli Usa dopo il fallimento di un nuovo test missilistico da parte di Pyongyang nel fine settimana. L'incremento delle tensioni geopolitiche potrebbe mettere sotto pressione il dollaro, anche se il Segretario al Tesoro Usa, Steven Mnuchin, ha affermato che nel lungo periodo un biglietto verde forte potrebbe essere un fattore positivo. Nel frattempo negli Usa il vice presidente della Fed, Stanley Fischer, ha puntualizzato che la Banca centrale americana è in grado di evitare che si verifichi nuovamente un "taper tantrum" quest'anno come quello del 2013, quando lo stop al QE aveva provocato bruschi movimenti sui mercati emergenti e sull'obbligazionario. La Banca centrale cinese ha intanto svalutato leggermente lo yuan dello 0,1% nei confronti del dollaro, fissando il cambio tra il biglietto verde e la valuta di Pechino a 6,8849 rispetto a quota 6,8785 di ieri. L' indice Nikkei ha chiuso le contrattazioni a 18.418,59 punti (+0,3%), mentre le altre piazze asiatiche hanno mostrato segni di debolezza per via delle tensioni politiche alimentate dalla Corea del Nord. La borsa di Shanghai ha infatti chiuso la seduta in calo dello 0,79%, mentre l'indice Composite è sceso a 3.196,60 punti. Azionario europeo positivo al rientro dalle vacanze pasquali. ll prezzo del petrolio si è stabilizzato con il Il Wti che cede lo 0,04% a 52,62 dollari al barile e il Brent lo 0,11% a 55,30 dollari al barile. Fonte: CMC Markets Piattaforma Next Generation. Performance nette al 18/04/2017 --------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------- Le notizie e i dati riportati sono finalizzati esclusivamente a fornire informazioni di carattere generale e non hanno come scopo quello di fornire raccomandazioni personalizzate riguardo una o più operazioni relative ad un determinato strumento finanziario. Nessuna opinione espressa riguardante investimenti o strategie di investimento può pertanto considerarsi adeguata alle caratteristiche di una specifica persona in merito alla sua conoscenza ed esperienza del trading online, dei CFD e del Forex, alla sua situazione finanziaria e ai suoi obiettivi di investimento. Le informazioni riguardanti le passate performance di un investimento o di una strategia di investimento non garantiscono e non sono indicative di future performance.