Le trattative tra Usa e Messico hanno avuto un’impennata con la possibilità di ritardare l'entrata in vigore dei dazi del 5% sulle merci messicane, che dovrebbero partire lunedì. Rispondono bene le Borse Europee che hanno aperto tutte in positivo di circa mezzo punto percentuale. Anche Tokyo sorride a questa notizia e si porta a casa lo 0,5 %.

Apertura del Presidente americano anche nei confronti della Cina, infatti il governo Usa prenderà una decisione sull'aumento delle tariffe solo dopo aver parlato con il presidente Xi Jinping a fine mese durante l'incontro del G-20 in Giappone.

La notizia della giornata è rappresentata dalle buste paga nel settore non agricolo da cui ci aspettiamo un numero di 185 mila nuovi posti di lavoro creati a maggio dopo un aumento di 263 mila in aprile.

Non sono buone le news provenienti dalla Germania dove si perpetuano i segnali di debolezz scende la produzione industriale ad aprile del 1,9 % rispetto al mese precedente e calano anche le esportazioni con un meno 3,7% dal mese precedente, a 109,7 miliardi di euro. La contrazione evidenziata dal settore manifatturiero tedesco ha portato la Banca centrale tedesca a tagliare le previsioni di crescita economica per quest'anno e il prossimo.