EURUSD - la rottura della trend line di supporto tracciata dai minimi di dicembre e della Media Mobile a 200 periodi sul grafico giornaliero posta vicino all'area 1.1100, porta implicazioni ribassiste con il cross che punta ora verso area 1,0825, il minimo toccato lo scorso marzo. Per uno studio con implicazioni rialziste abbiamo bisogno di un rimbalzo oltre area 1.1250. GBPUSD - la sterlina ha registrato il minimo degli ultimi 30 anni a 1,3228 la scorsa settimana, a poche ore dal massimo relativo a 1,5018. Anche se il cable è riuscito a rimbalzare e a portarsi su area 1.4000, la sterlina sembra risentire ancora della debolezza dovuta all’incertezza politica.. Un nuovo test di 1,3200 e la successiva rottura potrebbe portare ad un movimento verso 1.2800. EURGBP - l'euro ha registrato il massimo degli ultimi due anni settimana scorsa a 0,8315 per poi ritracciare poco sopra a 0,81. Questo forte movimento potrebbe portare ad un nuovo test del massimo, con implicazioni rialziste. Sotto il supporto a 0,80 invece potrebbe esserci un’accelerazione ribassista. USDJPY - il cross è crollato da 103.50 fino a 98,96, per poi rimbalzare e portare la coppia appena sopra a 102. Un nuovo movimento sotto i 100.00 potrebbe spingere la BoJ a nuovi stimoli con un intervento di politica monetaria per deprezzare lo Yen.