Il Gold resta debole ormai da  2 settimane.
Dopo il massimo degli ultimi 18 mesi toccato lo scorso 25 Gennaio a quota 1366, l'oro ha cominciato un lento ritracciamento.
Il trend rialzista rimane intatto, con massimi e minimi che continuano a salire.
I due livelli da tener d'occhio sono la resistenza posta a 1375$ l'oncia, il massimo degli ultimi 5 anni, toccato l'11 luglio 2016, rotto il quale sono possibili nuove spinte rialziste, e 1300$ come supporto che vale sia come livello psicologico che come livello appena sotto il minimo relativo dell'8 Febbraio scorso.

Sul grafico possiamo notare come le quotazioni abbiano evidenzato una compressione dei prezzi che fanno presuppore ad una esplosione di volatilità già dalle prossime settimana.

Osservando gli indicatori notiamo come la media mobile di breve periodo sia già inclinata negativamente e abbia bucato al ribasso quella di medio periodo.
L'RSI 14 mostra debolezza, restando al di sotto del 50 punti ed è inclinato verso il basso.

Fonte : CMC Markets Piattaforma Next Generation. Performance nette al 28/02/2018


---------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
Le notizie e i dati riportati sono finalizzati esclusivamente a fornire informazioni di carattere generale e non hanno come scopo quello di fornire raccomandazioni personalizzate riguardo una o più operazioni relative ad un determinato strumento finanziario. Nessuna opinione espressa riguardante investimenti o strategie di investimento può pertanto considerarsi adeguata alle caratteristiche di una specifica persona in merito alla sua conoscenza ed esperienza del trading online, dei CFD e del Forex, alla sua situazione finanziaria e ai suoi obiettivi di investimento. Le informazioni riguardanti le passate performance di un investimento o di una strategia di investimento non garantiscono e non sono indicative di future performance.