È stata un'altra settimana mista per i mercati azionari globali con guadagni più marcati per i mercati statunitensi, il FTSE100 invece ha toccato i suoi migliori livelli dall'inizio di dicembre, mentre  il DAX e il Nikkei hanno galleggiato vicino ai recenti massimi. La svolta di questa settimana della Federal Reserve, che ha rafforzato il cambio di tono utilizzato a gennaio da parte dei vari responsabili delle politiche monetarie ha contribuito ad aumentare la fiducia sulla prospettiva di ulteriori guadagni nei giorni e nelle settimane a venire. Il report sui non farm payroll negli Stati Uniti pubblicato venerdì e altri dati economici hanno rafforzato la percezione che l'economia USA stia ancora procedendo bene, ma ancora lontana dalla piena occupazione. Il dato è risultato pari a 304.000 nuovi posti di lavoro a gennaio.  Anche se questi numeri sono stati rivisti al ribasso, come quelli di dicembre, l'economia degli Stati Uniti sta ancora aggiungendo ben oltre 200.000 posti di lavoro al mese, una notevole performance per la creazione di posti di lavoro ogni mese a partire da settembre 2011, mentre le pressioni inflazionistiche continuano a rimanere abbastanza contenute. La crescita dei salari ha leggermente frenato al 3,2%, il sondaggio ISM per il settore manifatturiero di gennaio è sceso bruscamente a 49,6 da 54,9, sottolineando come le pressioni inflazionistiche siano ancora deboli. Queste letture deboli probabilmente daranno supporto ai politici della Fed sul fatto che la loro decisione di prendere una pausa su ulteriori aumenti dei tassi è la giusta linea d'azione per ora.

  1. Bank of England, report sull'inflazione (febbraio) - 07/02 - Non ci si aspettano cambiamenti dalla Bank of England, mentre potremmo vedere un cambiamento delle previsioni su inflazione e crescita, sullo sfondo di una performance economica più debole nel quarto trimestre. La crescita dei salari continua a sorprendere in positivo, tuttavia il rallentamento degli investimenti delle imprese dovrebbe mantenere i funzionari delle banche cauti.
  2. PMI del Regno Unito (gennaio) - 04/02 nonostante il collasso di Carillion un anno fa il settore delle costruzioni nel Regno Unito ha tenuto abbastanza bene, anche se negli ultimi mesi ha rallentato, toccando un minimo di tre mesi a dicembre. Il mercato residenziale è stato un po' debole, mentre l'ingegneria civile ha ripreso piuttosto bruscamente. L'ottimismo in questo settore si è mantenuto nonostante il pessimismo economico e potremmo benissimo assistere ad un rialzo nei numeri di gennaio. Anche l'attività dei servizi ha subito un rallentamento negli ultimi mesi, ma si prevede comunque che sia positiva.
  3. PMI servizi globali - 05/02 -  Indicazioni che potremmo vedere una ripresa dell'attività economica sembrano poche e lontane per ora. I recenti PMI flash da Francia e Germania suggeriscono che il 2019 ha avuto un inizio debole, con la Francia in particolare che ha visto un brusco calo nelle attività di servizi, in parte a causa delle proteste gilet gialli. Il settore manifatturiero in Germania e in Italia è in contrazione, tuttavia il principale aspetto evidenziato della recente riunione della Banca Centrale Europea è stato il fatto che i membri del consiglio direttivo sono preoccupati che il rallentamento visto alla fine dell'anno scorso potrebbe anche andare oltre.
  4. Riunione Reserve Bank of Australia- 05/02 - Un rallentamento della Cina non è una buona notizia per l'economia australiana, e sembra che la sua economia stia mostrando qualche crepa. Se anche l'economia degli Stati Uniti inizia a rallentare, è probabile che anche la domanda di materie prime rallenti, il che potrebbe portare i consumatori australiani a rallentare le proprie spese. Con la caduta dei prezzi delle case, la RBA dovrebbe essere incline ad un atteggiamento morbido e a mantenere i tassi invariati, pur riconoscendo i rischi che un rallentamento continuato in Cina manterrà un freno anche l'attività economica.
  5. ISM non manifatturiero americano - 05/02 - Lo shutdown del governo USA potrebbe aver influenzato negativamente l'economia statunitense a gennaio, tuttavia non sembra esserci una forte evidenza nei sondaggi privati, sebbene la fiducia del consumatore americano ha iniziato a diminuire. Le aspettative sono per un leggero rallentamento dell'attività in gennaio al 57.3, ma nulla di cui preoccuparsi troppo.
  6. BP risultati intero anno - 05/02 - nonostante i prezzi del petrolio abbiano  raggiunto i  massimi livelli in quattro anni l'anno scorso, l'andamento dei corsi azionari di BP è stato deludente, anche se ha toccato brevemente i massimi degli ultimi otto anni a 600 pence nell'ottobre dello scorso anno. Il sello-ff nei prezzi del petrolio da ottobre non ha aiutato e in termini di tempismo non è stato un granché, dato il recente completamento dell'acquisto da  10 miliardi di dollari degli asset shale di BHP Billiton alla fine dello scorso anno. In quel contesto la società dichiarò che l'acquisto sarebbe stato finanziato con i proventi della generazione di cassa, poiché la consegna anticipata dei progetti in Australia e il Golfo del Messico aveva aumentato i ricavi, ma il calo dei prezzi sembra aver scavato un buco. In risposta a ciò, la società ha annunciato un'ulteriore vendita di 3 miliardi di dollari di attività negli USA per coprire. È probabile che questo ultimo trimestre fornisca un'idea dell'impatto del recente calo dei prezzi del petrolio abbia avuto sui suoi margini, in un momento in cui si concentra più che mai sui progressi verso le fonti rinnovabili. I risultati di Royal Dutch Shells hanno mostrato la strada, BP può seguire l'esempio? I ricavi dovrebbero attestarsi a 304 miliardi di dollari, in aumento del 26% rispetto allo scorso anno. BP sta iniziando a orientarsi in questa direzione investendo in una serie di progetti solari, tuttavia deve andare ulteriormente avanti.
  7. Barratt Developments risultati semestrali - 06/02 - I costruttori di case sono sempre indicativi dell'andamento dell'economia del Regno Unito e i rallentamenti nel mercato immobiliare del Regno Unito, in particolare intorno a Londra e Sud Est, hanno causato alcuni significativi cali di prezzo negli ultimi mesi. Mentre gli ordinativi rimarranno probabilmente forti, la pressione sui margini derivante dall'aumento dei costi e sui prezzi di vendita più bassi potrebbe offrire margine per una delusione questa settimana. La scorsa settimana uno dei concorrenti di Barratt ha avvertito che l'incertezza politica sta rallentando la domanda di nuove case. Questo è probabilmente un tema ricorrente nei giorni e nelle settimane a venire
  8. Snap risultati quarto trimestre- 05/02 - Considerati tutti i problemi che Facebook ha dovuto subire in relazione ai nuovi regolamenti GDPR e alla stampa negativa su Instagram, si potrebbe pensare che Snap potrebbe inequivocabilmente averne tratto vantaggio. Tristemente per Snap le principali notizie delle ultime settimane hanno riguardato i cambiamenti nel senior management, con la nomina di un nuovo CFO dopo che il precedente, Tim Stone, è diventato l'ultimo dirigente di alto profilo le cui dimissioni hanno fatto crollare il prezzo delle azioni dell' azienda. Snap, tuttavia, ha smentito che ci siano vedute divergenti sulla direzione del business, tuttavia il calo del prezzo delle azioni dall'IPO di 17 dollari è stato negativo per gli investitori, mentre la società non sembra ancora vicina a realizzare un profitto. La base di utenti in calo è stata una preoccupazione per gli investitori, anche se i ricavi stanno reggendo bene, con il terzo trimestre che ha superato i 300 milioni di dollari. Anche le perdite non hanno mostrato segni di cedimento, con una perdita di 325 milioni di dollari nel terzo trimestre, anche se il management ha detto di essere ottimista per il 2019. L'aggiornamento del quarto trimestre rischia di far luce su questo ottimismo e dovrà essere confermato dato che le azioni sono già vicino ai minimi storici e oltre 10 dollari al di sotto del loro prezzo di lancio.
  9. GoPro risultati quarto trimestre - 06/02 - si tratta di un altro di quegli unicorni tecnologici la cui IPO nel 2014 è stata annunciata in pompa magna, le cui azioni sono aumentate fino a sfiorare i 100 dolalri inizialmente, quando le mini telecamere indossabili della compagnia hanno fatto breccia nei cuori dei consumatori , portando la società ad una valutazione di 10 miliardi di dollari. Da quel momento le entrate non sono migliorate affatto con un'aspettativa di ricavi per l'intero anno di  1,13 miliardi di dollari, in calo rispetto ai picchi del 2015 di 1,6 miliardi. Il prezzo delle azioni ha visto un declino ancora più marcato, ora è inferiore a 5 dollari, poiché la novità di una fotocamera da indossare si è esaurita in quanto una serie di alternative più economiche ha eroso la sua quota di mercato. Le aspettative sono per utili per azione di 0.26 $ con la società che afferma di sperare di vendere più di quattro milioni di telecamere per l'intero anno, con entrate che dovrebbero attestarsi tra i 380 milioni e o 400 milioni per l'ultimo trimestre.
  10. Twitter risultati quarto trimestre - 07/02 - la crescita degli utenti o l'aumento dei profitti sembra essere la fune che la società di social media ha bisogno per navigare in questi giorni. In ottobre Twitter ha registrato un discreto aumento dei profitti a 789 milioni di dollari rispetto alla perdita di 21 milioni di un anno prima. Ciò ha più che compensato il calo degli utenti mensili da 335 a 326 milioni, sebbene la maggior parte di questo risultato sia conseguenza di un esercizio di pulizia dal momento che Twitter ha eliminato una serie di account falsi e abusivi. È probabile che questo continui ad agire come un freno alla crescita degli utenti dell'azienda e mentre qualcuno potrebbe suggerire che un rallentamento nella crescita degli utenti è una cosa negativa, sicuramente è più importante concentrarsi su ciò che genera ricavi, piuttosto che su numeri astratti. La pubblicità è stata una fonte chiave di guadagno e ha visto un aumento del 29% nel terzo trimestre. Questa tendenza deve continuare nel quarto trimestre con aspettative che il 4 ° trimestre possa mostrare utili pari a  0,25 dollari  per azione.

 

Eventi societari principali in calendario

Lunedì 4 FebbraioTrimestrale
Alphabet IncQ4
Cabot CorpQ1
Legg Mason IncQ3
ON Semiconductor CorpQ4
Seagate Technology PLCQ2
Sysco CorpQ2
Martedì 5 FebbraioTrimestrale
Archer-Daniels-Midland CoQ4
BP (UK)Intero anno
Estee Lauder Cos Inc/TheQ2
Janus Henderson (UK)Intero anno
Ocado (UK)Intero anno
Ralph Lauren CorpQ3
Snap IncQ4
St Modwen Properties (UK)Intero anno
Viacom IncQ1
Walt Disney Co/TheQ1
Mercoledì 6 FebbraioTrimestrali
Barratt Developments (UK)Metà anno
Capri Holdings (UK)Q3
Concentric (UK)Intero anno
General Motors CoQ4
GlaxoSmithKline (UK)Intero anno
GoPro IncQ4
Match Group IncQ4
New York Times Co/TheQ4
Redrow (UK)Metà anno
Sonos IncQ1
Spire IncQ1
Spirit Airlines IncQ4
Giovedì 7 FebbraioTrimestrali
Beazley (UK)Intero anno
Cardinal Health IncQ2
Expedia Group IncQ4
Kellogg CoQ4
Marathon Petroleum CorpQ4
Mattel IncQ4
Mohawk Industries IncQ4
Motorola Solutions IncQ4
News CorpQ2
S&P Global IncQ4
Smith & Nephew (UK)Intero anno
Sophos (UK)Q3
Twitter IncQ4
Tyson Foods IncQ1
VeriSign IncQ4
Yum! Brands IncQ4
Venerdì 8 FebbraioTrimestrali
Hasbro (US)Q4
Gli orari degli eventi societari sono soggetti a cambi di data o orario.

------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Le notizie e i dati riportati sono finalizzati esclusivamente a fornire informazioni di carattere generale e non hanno come scopo quello di fornire raccomandazioni personalizzate riguardo una o più operazioni relative ad un determinato strumento finanziario. Nessuna opinione espressa riguardante investimenti o strategie di investimento può pertanto considerarsi adeguata alle caratteristiche di una specifica persona in merito alla sua conoscenza ed esperienza del trading online dei CFD e del Forex, alla sua situazione finanziaria e ai suoi obiettivi di investimento. Le informazioni riguardanti le passate performance di un investimento o di una strategia di investimento non garantiscono e non sono indicative di future performance.