Indice dei prezzi al consumo Uk 13/11  

Tasso di disoccupazione e crescita salari UK 14/11

Il tasso di disoccupazione del Regno Unito è al suo livello più basso da decenni. I politici sono felici di rallegrarsi del basso tasso di disoccupazione, ma per quanto riguarda i mercati, l'economia del Regno Unito è essenzialmente prossima al pieno impiego e qualsiasi movimento incrementale in entrambe le direzioni non avrà probabilmente un impatto significativo sulla sterlina. Gli operatori si concentreranno sui dati medi dei salari in quanto che un buon aumento dei salari indicherebbe la direzione per una stretta monetaria. Recentemente, i salari medi hanno superato il tasso di inflazione dei prezzi al consumo, fatto che è positivo per la sterlina. Le ultime relazioni hanno mostrato che i salari medi britannici, esclusi i bonus, sono cresciuti del 3,1%, mentre il tasso di inflazione è sceso al 2,4%. L'aumento della crescita dei salari e la diminuzione dell'inflazione rappresentano una doppia vittoria per il lavoratore britannico e equivalgono ad un aumento "reale" dei salari. Quando i lavoratori guadagnano di più tendono a spendere di più e questo dovrebbe aiutare l'economia britannica a progredire.

Vodafone risultati semestrali 13/11

 l'aggiornamento sarà la prima serie di dati annunciati sotto la guida di Nick Read, che ha preso come CEO di Vittorio Colao, il mese scorso. Colao ha definito l'azienda un "campione europeo" e la sua ultima grande mossa è stata l'acquisizione delle reti via cavo tedesche di Liberty Global per 18 miliardi di euro. La mossa ha ancora bisogno di approvazione normativa, ma se ottiene il via libera, aggiungerebbe 128.000 clienti a banda larga al portafoglio di Vodafone. La società ha subito una trasformazione, che ha comportato lo smaltimento di asset in Africa, Stati Uniti e Cina e si sta chiaramente concentrando sull'Europa. Detto questo, i concorrenti a basso costo in Italia e Spagna hanno danneggiato i risultati aziendali. Il titolo è recentemente sceso a un minimo di otto anni e gli investitori vorranno vedere un valido motivo per investire.

Land Securities risultati semestrali -13/11 - British Land e Workspace risultati semestrali- 14/11

I Real Estate Investment Trusts (REIT) sono stati messi sotto pressione di recente, data l'incertezza che circonda la Brexit e ci sono state molte preoccupazioni per il futuro del mercato immobiliare commerciale. Il prezzo delle azioni di Land Securities e British Land è in declino dal 2015. Entrambe le società hanno un'esposizione a centri commerciali e parchi commerciali e ciò sta pesando sulle loro attività. L'ascesa degli acquisti online ha danneggiato il commercio al dettaglio e numero dei punti vendita è in calo. I rivenditori online hanno costi generali inferiori e, a loro volta, offrono prezzi molto più competitivi, ed è questo il motivo per cui i rivenditori tradizionali stanno faticando per tenere il passo. Alcuni REIT hanno incolpato la Brexit per la scarsa performance dei corsi azionari, ma è l'andamento delle vendite al dettaglio che li frena. Wrokspace investe solo in uffici in luoghi desiderabili, e il prezzo delle azioni ha toccato il massimo storico in giugno - il che lo rende un attore di spicco per il suo settore.

Trimestale Home Depot - 13/11

L'azienda continua a funzionare bene a fronte di un raffreddamento del mercato immobiliare negli Stati Uniti. Il gruppo è la più grande azienda di restrutturazioni domestiche negli Stati Uniti e l'ultima serie di dati è stata forte forte. La società ha confermato che i clienti sono "disposti a spendere", in quanto i miglioramenti delle case sono spesso considerate un investimento piuttosto che una spesa. Nell'ultimo trimestre, le vendite su base omogenea sono aumentate dell'8%, superando comodamente il 6,65% che gli analisti si aspettavano. La società ha emesso un outlook positivo come guidance per l'intero anno e gli utili per azione e le vendite totali sono state entrambe aumentate, quindi gli investitori avranno grandi speranze per questatrimestrale. Home Depot ha bisogno di essere agile come il suo concorrente Lowe's, ha rivelato che chiuderà i negozi che stanno performando peggio in Nord America nel tentativo di diventare più competitivi. Il settore nel suo complesso potrebbe essere messo sotto pressione dal mercato immobiliare statunitense. Secondo l'indice S & P / Case-Schiller 20, i prezzi delle case stanno crescendo al loro tasso più lento in 20 mesi. Questo potrebbe essere un'indicazione di cosa aspettarsi dal settore a medio termine.

Cina: vendite al dettaglio, investimenti in immobilizzazioni e produzione industriale - 14/11

L'economia cinese si è notevolmente raffreddata tra il 2010 e il 2016, e in generale abbiamo visto una stabilizzazione dell'economia da allora. Sembrerebbe che la crescita economica del 6,7% e del 7% sia la nuova normalità per la Cina. La crescita per il Pil è stata per il terzo trimestre del 6,5% - la sua lettura più bassa in quasi un decennio. Il livello degli investimenti in immobilizzazioni è in costante declino da oltre un decennio e ciò non promette nulla di buono per la crescita futura. Il livello della produzione industriale è stato stabile da inizio anno, ma ancora ben al di sotto dei livelli medi osservati tra il 2010 e il 2012. Le vendite al dettaglio sono cresciute a un ritmo più veloce negli ultimi mesi, ma la più ampia tendenza al ribasso è evidente. Non abbiamo ancora visto alcuna prova evidente che la dispura commerciale tra Stati Uniti e Cina stia danneggiando l'economia cinese, ma dato che Pechino ha introdotto di recente più politiche pro-business, ciò suggerisce che sono preoccupati.

PIL eurozona 14/11 – Indice dei prezzi al consumo eurozona 16/11

Il PIL dell'eurozona è sceso al suo tasso più basso in quattro anni. La stagnazione dell'economia italiana e i nuovi test delle emissioni nell'industria automobilistica sono stati citati come ragioni per il rallentamento dell'attività economica. I servizi e i settori manifatturieri sono cresciuti a un ritmo più lento di recente e questo ha alimentato l'economia in generale. Il tasso di inflazione generale ha toccato il 2,2% - il livello più alto dalla fine del 2012. Anche l'indice dei prezzi al consumo è superiore all'obiettivo di inflazione del 2% della Banca Centrale Europea (BCE). Gli alti prezzi del petrolio hanno alimentato il dato sull'inflazione primaria. Il tasso di inflazione core ha raggiunto l'1,1% - il livello congiunturale più alto in oltre un anno. La BCE ha chiarito che non aumenteranno i tassi di interesse fino almeno alla fine del 2019, ma un effettivo aumento della domanda aiuterebbe la moneta unica. La battaglia politica tra Roma e Bruxelles potrebbe scatenare il contagio tra i titoli di stato dell'eurozona. La regione sta attraversando un periodo di raffreddamento dell'attività economica, il costo della vita più elevato probabilmente aumenterà i problemi del paese.

Inflazione USA 14/11 - Vendite al dettaglio Stati Uniti 15/11

 L'economia americana sta procedendo bene. La crescita è più alta e la disoccupazione è bassa e la domanda è stabile. L'ultima lettura core dell'indice dei prezzi dei consumi personali (PCE) è stata del 2%, invariata nel mese. La lettura core PCE è la misura di inflazione preferita dalla Federal Reserve. Il più recente rapporto sull'occupazione negli Stati Uniti ha mostrato che i salari medi su base annua sono cresciuti del 3,1%. L'aumento dei salari dovrebbe tradursi ad un aumento della spesa da parte dei lavoratori, e questo a sua volta potrebbe portare ad un costo della vita più alto Il rapporto sulla fiducia dei consumatori del Conference Board è salito ad un massimo degli ultimi 18 anni, ma le vendite al dettaglio effettive sono un barometro lontano dal sentiment dei consumatori.

Fonte di tutti i grafici qui presentati: CMC Markets piattaforma Next Generation. Performance nette al 12/11/2018

----------------------------------------------------------------------------------------

Le notizie e i dati riportati sono finalizzati esclusivamente a fornire informazioni di carattere generale e non hanno come scopo quello di fornire raccomandazioni personalizzate riguardo una o più operazioni relative ad un determinato strumento finanziario. Nessuna opinione espressa riguardante investimenti o strategie di investimento può pertanto considerarsi adeguata alle caratteristiche di una specifica persona in merito alla sua conoscenza ed esperienza del trading online, dei CFD e del Forex, alla sua situazione finanziaria e ai suoi obiettivi di investimento. Le informazioni riguardanti le passate performance di un investimento o di una strategia di investimento non garantiscono e non sono indicative di future performance.