Mercato Azionario Gli indici delle borse europee risultano vicini alla parità nella seduta di Martedì, nonostante la buona partenza in apertura, in attesa delle decisioni della Fed e dalla Bank of Japan. Seduta positiva invece per Piazza Affari che archivia la seduta con un + 1,57%. Sul listino italiano svetta MPS (+5,97%), dopo che Moody’s ha indicato proprio in MPS una delle banche che più beneficerà dall’operato del Fondo Atlante. A sostenere l’indice italiano, oltre ad MPS, c’è tutto il settore bancario, con Ubi, Unicredit, Banco Popolare, Mediobanca e Intesa Sanpaolo in positivo di oltre 2 punti percentuali. USA Gli indici americani hanno avviato la seduta in rialzo grazie alle trimestrali positive, anche se i guadagni sono stati limitati dai dati macroeconomici deboli. Ora l’attenzione degli operatori è tutta orientata verso le decisioni della Fed e sui risultati del primo trimestre concluso da Apple. Tra le trimestrali positive troviamo quelli di Procter & Gamble , 3M , DuPont , Coach e Hershey, mentre tra quelle che anno deluso i mercati troviamo Eli Lilly e Whirlpool mancati. FX Il dollaro americano risulta debole dopo che i dati macro sugli ordini di beni durevoli hanno deluso le attese e il dato sulla fiducia dei consumatori è sceso nel mese di aprile . Il dollaro è sceso per due sedute consecutive, annullando i guadagni archiviati nei precedenti due giorni. Il dollar index risulta sostanzialmente invariato nel mese di aprile, segnalando incertezza in vista della riunione della Fed . La sterlina britannica si è rivelata la valuta che più ha beneficiato della debolezza del dollaro grazie alle minori paure su una eventuale Brexit, nonostante un sondaggio del Daily Telegraph abbia mostrato che la percentuale in favore dell’uscita dall’Unione Europa è salita al 43% . GBP / USD si è portato sopra 1,46, toccando il massimo delle ultime undici settimane. Commodities La debolezza del dollaro ha spinto ad un modesto rialzo l’Oro questo Martedì. I rialzi sono stati limitati soprattutto per le incertezze degli operatori sulle decisioni della Fed. Le decisioni ed il tono della Fed giocherà un ruolo fondamentale sull’andamento del prezzo dell’Oro, che potrà finalmente uscire dal canale laterale nel quale è stato scambiato nelle ultime sette settimane. --------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------- Le notizie e i dati riportati sono finalizzati esclusivamente a fornire informazioni di carattere generale e non hanno come scopo quello di fornire raccomandazioni personalizzate riguardo una o più operazioni relative ad un determinato strumento finanziario. Nessuna opinione espressa riguardante investimenti o strategie di investimento può pertanto considerarsi adeguata alle caratteristiche di una specifica persona in merito alla sua conoscenza ed esperienza del trading online, dei CFD e del Forex, alla sua situazione finanziaria e ai suoi obiettivi di investimento. Le informazioni riguardanti le passate performance di un investimento o di una strategia di investimento non garantiscono e non sono indicative di future performance.